La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Banca Popolare Sondrio

Banca Popolare Sondrio (+1,36%) reagisce alle vendite che nelle ultime settimane hanno ricondotto i prezzi sui livelli di giugno, a 1,612 circa. Il ritorno sopra 1,76 permetterebbe di allentare le tensioni negative favorendo un allungo verso 1,847 euro e 1,90, area di transito della linea che scende dai top di febbraio. Sotto 1,612 attesi invece cali fino a 1,47/1,50.

  • Target: 1,90 euro
  • Negazione: 1,612 euro
  • RSI (14): neutrale

ERG

ERG (-2,09%) accelera al ribasso dopo la violazione a 20,44 del minimo di settembre e dei minimi di luglio a 19,96, coincidenti con la media mobile a 200 giorni. Difficile evitare ora il ritorno a quota 19,25, pari al 38,2% di ritracciamento del rialzo partito a marzo. Sotto quei livelli poi attesi movimenti verso area 17,90/18. Segnali positivi solo oltre 21,60.

  • Target: 21,60 euro
  • Negazione: 19,25 euro
  • RSI (14): neutrale

Campari

Campari (+1,70%) rimbalza con decisione dopo il return move in area 9, linea che univa i massimi del 2019 con quelli di inizio 2020. La permanenza sopra questo rifeirmento rappresenta un segnale di forza significativo che potrebbe portare ad una estensione del movimento ascendente verso obiettivi a quota 10 e a 10,30 euro. Nella direzione opposta, discese sotto 9,02 euro condurrebbero verso 8,65, base del gap del 1° settembre.

  • Target: 10 euro
  • Negazione: 9,02 euro
  • RSI (14): neutrale

Finecobank

FinecoBank (+2,04%) rimbalza dopo il test del minimo di settembe a 11,18 circa, recuperado il sostegno offerto a 11,53 dalla media mobile a 200 giorni, al di sotto della quale i prezzi erano scesi nella giornata di lunedì. Segnali di ripresa concreti solo oltre 12,30 euro, preludio a un nuovo confronto con i massimi estivi a 13,42 euro. Sotto 11,18 via libera verso quota 10,80 circa.

  • Target: 13,42 euro
  • Negazione: 11,18 euro
  • RSI (14): neutrale

(CC - www.ftaonline.com)