La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).

Banca Generali

La reazione che Banca Generali (+2,36%) ha messo a segno dai supporti a 16,50 circa si è spinta fino al test a 19,70 dei massimi allineati tra luglio e settembre. Il fatto che i prezzi abbiano superato la media mobile a 100 giorni in transito a 18,70 circa depone a favore del prolungamento del movimento verso almeno 20,20 circa, lato superiore del canale che sale dai minimi di luglio. Eventuali prese di beneficio su questi livelli risulterebbero fisiologiche. Segnali di allarme invece nel caso di ripiegamenti sotto 17,50.
-Target: 20,20 euro
-Negazione: 17,50 euro
-RSI (14): ipercomprato

BP Emilia Romagna

BP Emilia Romagna (+3,42%) ben impostata al rialzo nel breve termine nonostante i segnali di ipercoprato. Il titolo sembra intenzionato a prolungare la reazione, che ha permesso la ricopertura del gap ribassista del 24 giugno a 4,27, in direzione di 4,63 almeno e di 4,83. Solo il perentorio ritorno sotto area 4 potrebbe rinviare tali attese prospettando ripiegamenti verso la media mobile a 100 giorni in transito a 3,53 circa.
-Target: 4,63 euro
-Negazione: 4 euro
-RSI (14): ipercomprato

Anima Holding

Anima Holding (+2,70%) in progressivo recupero dopo il test a metà ottobre di supporti a 3,90 circa. Sarà necessario uno sforzo ulteriore da parte dei prezzi per inviare segnali di miglioramento: oltre 4,37, media mobile a 100 giorni, atteso infatti un allungo fino a 4,55, linea che scende dai massimi di aprile. Sviluppi positivi poi oltre questo ostacolo preludio a un allungo verso 5,60 e 5,84 almeno. Nella direzione opposta la violazione di area 3,90 comporterebbe un nuovo avvitamento ribassista verso i minimi del 2014 a 3,60 circa.