Nel pomeriggio proseguono le vendite sui titoli di Stato italiani con un balzo di 11 punti base del *rendimento del BTP decennale *italiano che si porta al 2,43%. Al contrario flette di un punti base a quota -0,24% lo yield del corrispondente *Bund *tedesco. Questo comporta uno *spread *in rialzo a 267 punti base.
Invariati i rendimenti di Oat francesi (0,12%) e Bono spagnoli (0,58%).

Nella *maturity quinquennale *si assiste a un rialzo del rendimento del titolo italiano di 7 punti base all'1,59%, sui *due anni *l'incremento è parallelo, ossia 7 punti base allo 0,46 per cento.

Al centro dell'attenzione rimane il negoziato tra Italia e Unione Europea sulla *procedura per eccesso di debito *promossa dalla Commissione Europea che ieri ha ottenuto anche il via libera dei rappresentanti dei ministri dell'Economia. In data 8-9 luglio è prevista la pronuncia definitiva dell'Ecofin.

Ieri il Ministero dell'Economia ha annunciato l'emissione di un nuovo BTP a 20 anni *e oggi ha ribadito la propria contrarietà alle ipotesi di emissione dei cosiddetti *mini BOT.

Il ministro Giovanni Tria ha inoltre sottolineato oggi che. "Dobbiamo arrivare assolutamente a un compromesso, con una trattativa e un dialogo costruttivo. E' nell'interesse dell'Italia, ma anche dell'Europa".

(GD - www.ftaonline.com)