Secondo Randall Stephenson, chief executive di At&t, lo U.S. Department of Justice (DoJ, il ministero della Giustizia di Washington, che ha anche funzioni di organismo antitrust) ha solo una remota possibilità di ribaltare la pronuncia di giugno in cui veniva dato semaforo verde all'acquisizione da oltre 80 miliardi di dollari di Time Warner da parte dell'ex monopolista telefonico Usa. "Alla fine la legge è dalla nostra parte", ha sottolineato intervistato dalla Cnbc, aggiungendo anche come una decisione contro At&t potrebbe impattare in modo negativo sulla gara in corso tra Comcast e Walt Disney per la conquista dei contenuti di Twenty-First Century Fox. At&t aveva chiuso in declino dell'1,74% al Nyse venerdì, dopo che gli analisti di Raymond James avevano peggiorato da outperform a market perform il giudizio sul titolo proprio in scia all'annuncio del DoJ di volere ricorrere in appello contro la propria sentenza di giugno.

(RR - www.ftaonline.com)