Acquisti sulla sterlina nei mercati internazionali in attesa di alcuni importanti appuntamenti. La valuta britannica guadagna lo 0,84% sull'euro , lo 0,81% sul dollaro e lo 0,28% sullo yen. Lo scenario appare più che mai complesso anche per il montare delle tensioni sulla Brexit con l'UE che oggi ha ribadito il no a modifiche unilaterali degli accordi.
I mercati attendono le decisioni e dichiarazioni di stasera della Fed statunitense che avranno verosimilmente degli effetti anche sui cambi.
Domani è in calendario il meeting sulla politica monetaria della Banca d'Inghilterra, che deciderà sui tassi e sul livello complessivo del QE. La BoE fornirà inoltre importanti prospettive sull'economia UK.

Dal Regno Unito intanto giungono le indiscrezioni secondo le quali il premier Boris Johnson starebbe lavorando per prevenire una visibile ribellione all'interno del partito conservatore dei Tory contro il nuovo e contestato documento promosso dal governo per l'uscita della Gran Bretagna dall'UE. Oltre 30 parlamentari Tory sembravano pronti a votare per una modifica dell'Internal Market Bill la prossima settimana, ma ulteriori garanzie sulla supervisione parlamentare del processo potrebbero prevenire lo scontro.

(GD - www.ftaonline.com)