In una giornata in cui il Ftse Mib si conferma in territorio negativo, mantenendosi a poca distanza dai minimi intraday, si rivela particolarmente pesante l'ondata di vendite che colpisce STM, tra le peggiori di oggi nel paniere delle blue chips.

Il titolo, dopo aver rimbalzato ieri con un progresso di oltre un punto e mezzo percentuale, oggi ha imboccato da subito la via delle vendite, accelerando al ribasso e viaggiando al momento a ridosso dei minimi di giornata.

Negli ultimi minuti STM viene fotografato a 15,06 euro, con un ribasso del 3,21% e oltre 1,8 milioni di azioni scambiate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 4,7 milioni di pezzi.

A pesare sull'andamento odierno di STM contribuiscono due notizie negative arrivate ieri per il settore dei semiconduttori.

In una nota diffusa questa mattina gli analisti di Equita SIM evidenziano che Microchip Technology, leader mondiale nel settore dei microcontrollori, ha fornito una guidance per il trimestre in corso sotto le attese del mercato.

In particolare la società americana ha indicato un intervallo di fatturato tra 1,26 e 1,4 miliardi di dollari, con il mid-point a 1,33 miliardi, stabile sequenzialmente e sotto le attese di consenso pari a 1,39 miliardi.

Inoltre, durante il Capital Markets Day di Intel, il CEO ha indicato una crescita per il fatturato della società del 2%/3% nei prossimi anni, inferiore alle aspettative della comunità finanziaria.