Telecom Italia -1,1% in calo. L'a.d. Luigi Gubitosi nel corso di un intervento al convegno 5G Italy ha affermato che l'integrazione con Oper Fiber è la strada più efficiente per dotare il Paese di un'infrastruttura all'avanguardia, "ma se questo obiettivo non fosse condiviso sarà comunque Tim a farsi carico di questa sfida". Il riferimento è alla freddezza con cui l'a.d. di Enel, Francesco Starace, nei giorni scorsi ha parlato dell'ipotesi di vendita del 50% di Open Fiber (l'altro 50% è in mano a Cdp). Anche il presidente di Open Fiber, Franco Bassanini, ha espresso critiche nei confronti dell'ipotesi di ritorno a una rete unica verticalmente integrata sotto il controllo di Tim. Secondo indiscrezioni di stampa dello scorso fine settimana il gruppo telefonico ha ricevuto 11 manifestazioni di interesse per l'investimento in Open Fiber. Tim ne avrebbe selezionate 7, tra qui quella dell'unico soggetto italiano, F2i.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)