La debole chiusura del Ftse Mib oggi ha contagiato anche Telecom Italia che dopo due sedute consecutive in rialzo ha visto tornare il segno meno.

Il titolo ha terminato la giornata appena sopra i minimi intraday a 0,5385 euro, con un calo dello 0,17% e volumi di scambio pari a circa 70 milioni di pezzi, in linea con la media degli ultimi 30 giorni.

Telecom Italia ha optato per la cautela alla vigilia della riunione del comitato nomine e remunerazione del gruppo, da cui dovrebbe arrivare il via libera alla nomina del prossimo presidente dell'ex monopolista.

Salvatore Rossi, ex direttore generale di Bankitalia, già dato in pole position nei giorni scorsi, martedì ha sciolto la riserva e ha accettato la candidatura per la presidenza di Telecom Italia.

In una nota diffusa oggi gli analisti di Banca Akros parlano di un processo lento, segnalando però che la direzione sembra essere quella giusta.

Gli esperti credono infatti che una situazione serena a livello di governance possa favorire nuovi passi in avanti sul fronte delle azioni corporate, inclusi gli accordi sulla rete e l'attesa conversione delle azioni di risparmio in ordinarie.

Banca Akros conferma la sua view bullish su Telecom Italia, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 0,77 euro.