A Piazza Affari non accenna a fermarsi la discesa di Telecom Italia che anche oggi ha chiuso gli scambi con il segno meno, scendendo per la settimana seduta consecutiva.

Il titolo, dopo aver ceduto circa il 2,7% ieri, ha mostrato un calo ben più contenuto oggi, fermandosi a 0,55,12 euro, con una flessione dello 0,31% e oltre 57 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 76 milioni di pezzi.

Telecom Italia continua a mostrare un andamento debole in attesa di novità sul fronte della rete unica.

Proprio quest'oggi il presidente di Open Fiber, Franco Bassanini, a margine di un convegno sul 5G ha dichiarato che una rete unica verticalmente integrata sotto il controllo di Telecom Italia e nata dalla fusione tra quest'ultima e Open Fiber, non passerebbe il vaglio delle autorità.

A detta di Bassanini il vero trade-off è trovare una soluzione non verticalmente integrata che crei valore per tutti, anche per i soci di Telecom Italia, oppure continuare con una concorrenza infrastrutturale che nel tempo potrebbe non essere sostenibile.