L'ultima seduta della settimana viene vissuta in recupero anche da Telecom Italia che, sulla scia della buona intonazione mostrata dal Ftse Mib risale la china, pur mostrando meno vivacità rispetto all'indice.

Telecom Italia in recupero ma meno brillante del Ftse Mib

Il titolo, dopo aver ceduto circa due punti e mezzo percentuali ieri, recupera terreno e negli ultimi minuti si presenta a 0,3423 euro, con un vantaggi dell'1,06% e oltre 63 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 93 milioni di pezzi.

Telecom Italia: Cda Enel aggiorna su tema Open Fiber

Telecom Italia resta sotto i riflettori sulla scia delle indicazioni riportate dal Sole 24 Ore, da cui si apprende che il top management di ENEL ha fornito ieri in CdA un aggiornamento sul tema Open Fiber.

Nel corso della riunione è stata illustrata la proposta di Macquarie che sarebbe molto articolata e che prevederebbe la possibilità di acquisire la quota del 50% o inferiore, ma non sotto il 40%.

Telecom Italia: slitta la tempistica

Gli analisti di Equita SIM evidenziano che la tempistica inizialmente indicata da Telecom Italia dopo la firma della lettera d’intenti con CDP del 31 agosto scorso è chiaramente slittata.

La SIM milanese si aspettava il completamento della valutazione degli asset da parte degli advisor nominati da Telecom Italia e CDP per ottobre, mentre il processo non è ancora potuto partire.

La tempistica peraltro rimane incerta, anche se gli analisti pensano che possa essere questione di settimane, per quanto il Sol 24 Ore riporta che non sono da attendersi novità in tempi rapidi.

Telecom Italia ed Enel: per Equita sono buy

Equita SIM non cambia idea intanto nè su Telecom Italia nè su Enel, ribadendo per entrambi i titoli la raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 0,47 euro per il primo e a 8,5 euro per il secondo.