A dispetto della chiusura leggermente positiva del Ftse Mib, anche la seduta odierna si è conclusa in calo per Telecom Italia.

Telecom Italia: un altro ribasso

Il titolo, dopo aver ceduto quasi il 2% ieri, ha continuato a perdere terreno oggi, fermandosi a 0,3747 euro, con una flessione dell'1,06% e oltre 67 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 130 milioni di pezzi.

Telecom: Opn Fiber chiude ampliamento del project finance

In una nota diffusa questa mattina gli analisti di Equita SIM hanno ricordato che ieri Open Fiber ha comunicato di avere completato la negoziazione con le banche finanziatrici della revisione del piano di project finance, esteso da 3,5 a 4,145 miliardi di euro, scadenza 2025, al servizio del nuovo piano industriale annunciato a maggio che ha ampliato gli obiettivi di copertura al 2023 di 1,1 milioni di case a circa 20 milioni.

L’accordo è atteso essere finalizzato entro ottobre.

Telecom Italia: quali rischi da Open Fiber? Come superarli?

Il supporto di finanziatori e azionisti, secondo Equita SIM conferma la credibilità del progetto e quindi il rischio che Open Fiber possa generare uno scenario di duplicazioni di investimenti e deflazione dei prezzi nel medio termine per il settore, con un deterioramento quindi delle prospettive di Telecom Italia wholesale.

La SIM milanese ritiene che il progetto rete unica possa essere un catalizzatore importante per TIM, perché ridurrebbe questi rischi.

Telecom: AD Fastweb supporta progetto FiberCop

Su questo tema, gli articoli di oggi offrono pochi spunti di novità. Sul Corriere della Sera il CEO di Fastweb, Calcagno, sostiene il modello di co-investimento che ha adottato con TIM già da tempo in FlashFiber e che ora vede virtuosamente replicato in FiberCop, dove Fastweb avrà una quota del 4.5%.

L'AD Calcagno sottolinea anche l’opportunità di utilizzare i fondi europei a sostegno della realizzazione di una infrastruttura digitale performante, alla base dello sviluppo di competenze digitali a sostegno di una riqualificazione dell’occupazione.

Equita SIM non cambia idea su Telecom Italia e mantiene ferma la sua raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 0,47 euro.