Le vendite che hanno colpito anche oggi Piazza Affari non hanno risparmiato tra gli altri Telecom Italia che nelle ultime due sessioni ha mostrato una maggiore forza relativa rispetto al mercato, non riuscendo a fare altrettanto oggi. Il titolo, reduce da un rally ieri di circa il 4%, oggi ha ceduto il passo alle vendite, terminando gli scambi a 0,5348 euro, con un ribasso del 2,23% e poco più di 94 milioni di azioni trattate, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 114 milioni di pezzi.

Gli analisti di Equita SIM oggi hanno diffuso un breve report nel quale si sono soffermati sull'incertezza relative alle possibili prossime mosse di Vivendi. Il Sole24ore riporta che i sindaci potrebbero fare un esposto a Consob per le riunioni informali tenute da alcuni consiglieri prima del CdA di domenica scorsa.

Inoltre, i consiglieri espressi da Vivendi sarebbero pronti a impugnare la delibera del CdA e un gruppo di fondi potrebbe chiedere la convocazione dell’assemblea al più presto.
In attesa di novità Equita SIM non cambia la sua strategia su Telecom Italia, rinnovando l'invito ad acquistare con un prezzo obiettivo a 0,64 euro.