Telecom Italia valuta l'idea di scorporare entro il prossimo anno e quotare in borsa le attività dei suoi data center. 

A rivelarlo nel pomeriggio di oggi il lancio di un giornalista di Bloomberg, Daniele Lepido, secondo cui il colosso delle telecomunicazioni italiano sta prendendo in considerazione l'idea di uno spin-off come step preliminare per un'Offerta Pubblica Iniziale, che potrebbe valorizzare i 23 data center della compagnia intorno al miliardo. Le fonti del reporter dell'agenzia aggiungono inoltre che tale idea potrebbe prendere forma entro la prima metà del 2020.



Le indiscrezioni di Bloomberg, non commentate da Telecom, hanno trovato ulteriore sostegno nel corso della giornata nelle dichiarazioni di una fonte Reuters "vicina alla situazione", secondo cui quella dello spin-off e di un successivo collocamento in Borsa per i data center è "un'ipotesi".

Ricordiamo che, a luglio scorso, rumor poi smentiti dall'ad di TIM, Luigi Gubitosi, avevano prospettato una volontà del gruppo di percorrere per i data center la via della cessione, da attuare nell'ambito di un piano di dismissioni di asset non strategici.