Tenaris ha annunciato in tarda serata i risultati del quarto trimestre del 2019, chiuso con un utile netto in calo del 34% da 225 a 148 milioni di dollari, poco oltre le stime di consensus pari a 146 milioni di dollari, a fronte di ricavi in flessione del 17% a 1,741 miliardi di dollari, appena sotto le previsioni fissate a 1,75 miliardi.

L'ebitda è sceso del 32% a 290 milioni di dollari, al di sotto dei 324 milioni del consensus, con un margine Ebitda in contrazione dal 20,2% al 16,7%.

La posizione finanziaria netta è stata pari a 980 milioni di dollari, mentre le attese erano un dato più alto a 1,041 miliardi. 

Sulla base di questi risultati il Cda ha deciso di proporre all'assemblea degli azionisti la distribuzione di dividendi per un importo complessivo di circa 484 milioni di dollari comprendenti i 153 milioni relativi all'acconto di 0,13 dollari per azione già pagato a novembre 2019.

Se la proposta del cda sarà approvata, agli azionisti sarà pagato un saldo del dividendo di 0,28 dollari che sarà staccato il 18 maggio con pagamento il 20 maggio.