Terna ha disegnato il 4 maggio una candela "shooting star" che può avere implicazioni ribassiste. Il top del 4 maggio, a 6,48, praticamente coincide con quello del 5 marzo a 6,51, solo la rottura di questi livelli permetterebbe il proseguimento del rialzo verso 6,64, gap del 24 febbraio, e 6,81, top del 20 febbraio. Sotto 6,15 rischio invece di flessioni verso 6,05, poi fino a 5,82/86, area di massimi a fine marzo.

(AM - www.ftaonline.com)