Marvell Technology Group ha sfiorato un crollo del 6% in after market (la seduta di giovedì al Nasdaq si era già chiusa in declino dello 0,22%), dopo che il produttore di semiconduttori californiano (ma con sede fiscale a Bermuda) ha comunicato risultati relativi al terzo trimestre 2020 segnati da perdite ridotte da 82,5 milioni di dollari, pari a 24 centesimi per azione, a 22,9 milioni, e 3 centesimi. Su base rettificata l'eps si è attestato a 25 centesimi, a fronte di ricavi in crescita da 662 a 750 milioni di dollari. Performance in linea con le attese del mercato: il consensus di FactSet era infatti per 25 centesimi e 751 milioni di dollari rispettivamente.

(RR - www.ftaonline.com)