La società statunitense delle auto elettriche Tesla *tenta a Wall Street una rimonta in controtendenza dopo le ultime sedute di pesante ribasso. L'azione segna in queste ore un rialzo dell'1,49% a 195,6 dollari e recupera in parte terreno (anche se il titolo a inizio anno valeva più di 350 dollari). Durante le ultime sedute ha pesato sui corsi un pesante report di Morgan Stanley che nello scenario più avverso alla società stimava un possibile crollo dei prezzi oltre il 90%.
Va detto che il consensus degli analisti rilevato da Refinitiv supera ancora i 280 dollari, ma il crescente conflitto commerciale tra Stati Uniti e Cina (dove Tesla ha investito in maniera imponente), le criticità del comparto dell'auto e l'indebitamento del gruppo accresciuto anche dagli obiettivi ambiziosi sul fronte delle auto a guida autonoma rappresentano un mix di fattori che non giovano al titolo.
Oggi un segnale positivo per i corsi sarebbe invece giunto da una mail inviata dall'amministratore delegato (e proprietario) *Elon Musk
ai dipendenti nella quale si promettevono nuove vendite record per il gruppo.

(GD - www.ftaonline.com)