Il Consiglio di Amministrazione di Tesmec S.p.A. (MTA, STAR: TES), a capo di un gruppo leader nel mercato delle infrastrutture relative al trasporto e alla distribuzione di energia elettrica, dati e materiali, riunitosi in data odierna sotto la Presidenza di Ambrogio Caccia Dominioni, ha esaminato e approvato la Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 30 giugno 2019, che conferma l'ulteriore crescita del fatturato, una marginalità stabile ed un contenuto incremento dell'Indebitamento Finanziario Netto riconducibile all'aumento del Capitale Circolante Netto, legato alle commesse ferroviarie ed allo stock necessario per supportare la crescita prevista nel secondo semestre.

• Ricavi: 97,5 milioni di euro (rispetto ai 91,1 milioni di euro al 30 giugno 2018);
• EBITDA : 12,1 milioni di euro (rispetto ai 9,3 milioni di euro al 30 giugno 2018), l'EBITDA ante IFRS 162 risulta pari a 10,3 milioni di euro;
• EBIT: 3,3 milioni di euro (rispetto ai 2,4 milioni di euro al 30 giugno 2018);
• Utile ante imposte: 1,1 milioni di euro (rispetto agli 0,8 milioni di euro al 30 giugno 2018);
• Utile Netto: 0,5 milioni di euro (rispetto agli 0,5 milioni di euro al 30 giugno 2018);
• Indebitamento Finanziario Netto ante IFRS 16: 94,1 milioni di euro (rispetto ai 77,7 milioni di euro al 31 dicembre 2018 ed ai 92,1 milioni di euro al 30 giugno 2018); l'Indebitamento Finanziario Netto post IFRS 16 si attesta a 112,5 milioni di euro;
• Portafoglio Ordini Totale: 196,9 milioni di euro (rispetto ai 201,0 milioni di euro al 30 giugno 2018).

Il Presidente e Amministratore Delegato Ambrogio Caccia Dominioni ha così commentato: "Sono soddisfatto dei risultati del primo semestre, caratterizzati dall'incremento del fatturato, in linea con le nostre aspettative, e dalla tenuta della marginalità, che risulta ancora influenzata dalle azioni organizzative in corso in Australia ed in Francia. Nel 2019 il nostro Gruppo sta registrando una buona crescita, con andamenti diversi nelle varie aree geografiche e segmenti di business in cui operiamo. I nuovi prodotti si stanno affermando sul mercato, aprendo interessanti opportunità di sviluppo, mentre a livello generale l'acquisizione di nuovi ordini è positiva e ci attendiamo un incremento della marginalità nella seconda parte dell'anno".