Trevi Finanziaria Industriale nelle ultime due sedute ha messo a segno rialzi consistenti e superato le prime resistenze a 1,20 euro circa. Per dare consistenza al rimbalzo il titolo deve ora tentare di superare gli ostacoli a 1,26 circa, operazione che se portata a termine con successo preannuncerebbe un allungo sul massimo di fine agosto a 1,3540. Sopra questo ultimo riferimento si aprirebbero spazi di rialzo più ampi in direzione di 1,5660, picco di fine maggio. Eventuali discese sotto 1,15/1,16 anticiperebbero invece un affondo sul recente minimo a 1,1090, supporto decisivo per scongiurare un test dei minimi pluriennali a 1,0250 toccati un anno fa.

(Simone Ferradini)