La Fondazione Monte di Lombardia, socia a 4,959% di Ubi Banca, ha aperto a una valutazione dell'offerta di scambio promossa da Intesa Sanpaolo sul gruppo guidato da Victor Massiah. Il presidente Aldo Poli della Fondazione ha infatti rilasciato a Il Sole 24 Ore una dichiarazione in cui si dice pronto alle valutazioni del caso, anche se auspica un ritocco dell'offerta di scambio (che al momento propone 17 azioni di Intesa contro 10 di Ubi). L'apertura segna un cambiamento perché il patto di sindacato del quale fa parte la Fondazione si era espresso tra i primi contro la nuova offerta. Il patto cui partecipa la Fondazione ammonta al 18,76% di UBI Banca e vede tra i soci Fondazione CRC (5,9% di UBI), Upifra, Cattolica Assicurazione, i Radici, i Bosatelli e la loro holding Polifin. Da evidenziare che oggi il cda di UBI Banca si riunisce non solo per approvare l'aggiornamento del piano industriale, ma anche per varare il comunicato dell'emittente sull'offerta, ovvero, probabilmente, una bocciatura della stessa da parte del consiglio.

(GD - www.ftaonline.com)