Il Consiglio di Amministrazione di UBI Banca prende atto del successo dell'OPAS, ottenuto dopo il rilancio per cassa di oltre 650 milioni di euro aggiuntivi rispetto all'offerta iniziale, e auspica la massima valorizzazione dell'eredità del Gruppo UBI all'interno del Gruppo ISP.

Nel tempo il Consiglio di Amministrazione si è sempre adoperato per massimizzare il valore della Banca nell'interesse di tutti gli stakeholder, con grande attenzione al rispetto delle regole, e per assicurare a UBI un futuro di crescita coerente con la sua storia e con l'impegno dei suoi Dipendenti, valorizzandone il potenziale e il ruolo nell'economia italiana. Oggi si apre una fase nuova.

Sin d'ora, nell'attesa del regolamento dell'OPAS, i consiglieri di UBI Banca manifestano la propria intenzione di rimettere il proprio mandato nelle mani dell'offerente rimanendo, se del caso, in carica per garantire la continuità operativa e gestionale nonché la corretta amministrazione della Banca fino all'assemblea di rinnovo degli organi.

In questo contesto un sentitissimo ringraziamento è dovuto a Victor Massiah, all'intero management team e ai dipendenti tutti per come si sono spesi per assicurare, anche nei complicati mesi del Covid- 19 e dell'OPAS, una performance operativa al di sopra delle aspettative.

(GD - www.ftaonline.com)