Secondo fonti citate da Reuters, Ubs e Morgan Stanley sarebbero in prima fila per gestire l'Ipo delle torri di Vodafone Group. Le due banche vantano già rapporti consolidati con il colosso britannico delle telecomunicazioni ma in corsa per il ruolo di joint global coordinator ci sarebbe anche Goldman Sachs. Il collocamento potrebbe valere fino a 18 miliardi di euro (l'enterprise value delle torri di Vodafone è stimato in 12-16 miliardi). Il debutto, verosimilmente a Francoforte, dovrebbe concretizzarsi a inizio 2021 e Vodafone potrebbe puntare a una raccolta iniziale di 3-4 miliardi. Vodafone aveva chiuso in rialzo dell'1,84% venerdì a Londra, contro la perdita dello 0,44% di Ubs a Zurigo.

(RR - www.ftaonline.com)