Il Consiglio di Amministrazione di UCapital24 ha approvato in data 22 maggio 2020 il progetto di bilancio per l'esercizio chiuso al 31 dicembre 2019. Si ricorda che l'Emittente ha una partecipazione totalitaria nella UCapital24 Ltd, società il cui principale asset è rappresentato dal primo blocco tecnico della Piattaforma, conferita in sede di costituzione da parte dell'allora unico socio UCapital Ltd.In coerenza con quanto già rappresentato nel documento di ammissione ("Documento di Ammissione") la Società si è avvalsa della facoltà, riconosciuta dal Regolamento Emittenti AIM Italia, di non redigere il bilancio consolidato, sussistendo la fattispecie stabilita dall'art. 27, comma 3 bis, D. Lgs. 127/91 (irrilevanza della controllata).

Nell'esercizio 2019 i *ricavi *sono stati pari ad Euro 62 migliaia; la spaccatura per tipologia di prodotto è di seguito riportata:

| |Italia |Estero |Totale |
|Digital Advertising Fee | | | |
|Mkting Partner Fee | |€ 10.220 |€ 10.220 |
|Service Fee | |€ 50.000 |€ 50.000 |
|Premium Fee | | | |
|Other |€ 1.600 | |€ 1.600 |
| |€ 1.600 |€ 60.220 |€ 61.820 |

Gli Obiettivi di Piano 2019 rappresentanti al mercato nel Documento di Ammissione riportavano ricavi pari ad Euro 96 migliaia con uno scostamento di circa Euro 34 migliaia, principalmente riconducibili alla ripianificazione della strategia sulla funzione di R&D e conseguente slittamento nell'avvio della spinta di marketing sulla commercializzazione dei prodotti, che ha portato alla chiusura del 2019 con una perdita attesa inferiore rispetto a quanto previsto negli Obiettivi 2019.

Infatti l'*Ebitda *è stato pari a Euro – 1.140 migliaia a fronte di un Ebitda Obiettivo 2019 pari ad Euro – 1.482 migliaia. I costi operativi sono stati pari ad Euro 1.201 migliaia al 31 dicembre 2019, a fronte di 369 migliaia Euro al 31 dicembre 2018; l'incremento dei costi è collegato all'assunzione del personale, alla definizione degli accordi con fornitori dati esterni oltre a consulenze per lo sviluppo del progetto.

Anche il *Reddito Netto *è stato pari ad Euro – 1.758 migliaia con una perdita inferiore rispetto al Reddito Netto Obiettivo 2019 che era previsto pari ad Euro – 2.036 migliaia, stante come detto in precedenza lo slittamento degli investimenti in marketing previsti nell'ultimo mese dell'anno.

Le immobilizzazioni immateriali, pari al 31 dicembre 2019 ad Euro 2.266 migliaia, sono rappresentate essenzialmente dallo sviluppo della piattaforma oltre alla capitalizzazione dei costi di quotazione.
Le immobilizzazioni finanziarie, pari ad Euro 500 migliaia, sono relative alla partecipazione nella Ucapital LTD , svalutata nell'esercizio per Euro 200 migliaia a seguito di impairment test.

La *Posizione finanziaria netta *è risultata pari ad Euro -992 migliaia al 31 dicembre 2019 (Posizione Finaziaria Netta Adjusted - adjustement relativo ai costi legati al contratto con UCapital Ltd in quanto, così come previsto dallo stesso, l'Emittente era tenuta a versare, a favore della controparte, un corrispettivo pari 1.000 migliaia di Euro da regolarsi mediante conversione dello stesso in un aumento di capitale dell'Emittente.

Tale debito è stato quindi compensato mediante il credito da sottoscrizione derivante dall'*aumento di capitale riservato alla stessa UCapital Ltd *con delibera assembleare del 5 marzo 2019 - pari a Euro 3 migliaia al 31 dicembre 2018) grazie alla raccolta di nuove risorse in IPO; la differenza con la Posizione Finanziaria Netta Obiettivo 2019 pari ad Euro -793 migliaia è prevalentemente riconducibile al predetto rallentamento e conseguente slittamento negli investimenti legati all'avvio delle campagne di marketing e al conseguente ritardo nella implementazione della strategia dell'Emittente.

Il *patrimonio netto *passa da Euro 1.808 migliaia (Adjusted ) del 2018 ad Euro 4.121 migliaia al 31 dicembre 2019 per effetto dell'aumento di capitale in IPO del valore complessivo di circa 4,1 milioni Euro di cui 2,2 milioni di Euro provenienti da ordini nel contesto del Collocamento Privato, 1,5 milioni di Euro derivanti dalla conversione di debiti commerciali pre-esistenti (Euro 1,2 milioni relativi al fornitore Vetrya) ed Euro 0,3 milioni a titolo di conto futuro aumento di capitale. Nel corso del 2019 la Società ha concluso il processo di quotazione su AIM Italia, sistema multilaterale di negoziazione, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. ("AIM Italia") e ha portato a termine lo sviluppo della piattaforma.

Alla fine del 2019 si è concluso il contratto di sviluppo con il partner Vetrya S.pA. ed è stata presa la decisione di internalizzare lo sviluppo evolutivo della piattaforma del social network e della versione white label (trading suite).

Le attività di presa in carico diretto del team di sviluppo hanno prodotto alcuni rallentamenti iniziali, ma già a partire dal primo trimestre 2020 hanno permesso di migliorare il controllo e la flessibilità della manutenzione evolutiva della piattaforma, soprattutto nella rapidità di implementazione delle nuove release.

La decisione di internalizzare la funzione di R&S unitamente all'inattesa situazione epidemiologica COVID- 19 hanno ritardato la definizione delle attività di ottimizzazione della versione finale della piattaforma e di conseguenza la possibilità di avviare la strategia di marketing per la commercializzazione della stessa, comportando un significativo slittamento del piano industriale 2019-2022; in un contesto ancora altamente incerto e mutevole la Società, come comunicato in data 25 marzo 2020, non ritiene pertanto più raggiungibili le ipotesi alla base del piano originario presentato al mercato in sede di IPO nei tempi e con le modalità previsti e valuterà nel corso dei prossimi mesi, anche in funzione della stabilizzazione dell'attuale contesto economico e di mercato, l'eventuale aggiornamento delle prospettive di piano.

In tale contesto si segnala che la Società ha predisposto un piano di recovery, con una forte concentrazione della gestione dei flussi di cassa, che le permetterà di continuare la sua attività anche in uno scenario fortemente negativo per l'economia mondiale. La nuova pianificazione ha consentito allo stesso tempo di massimizzare le risorse per l'ottimizzazione dello sviluppo informatico, costruendo una divisione di R&S all'avanguardia

Nel mese di aprile 2020 è stata lanciata la trading suite di UCapital24, denominata "UTradingSuite" destinata a broker, banche e asset manager. Il lancio del prodotto ha riscosso un buon seguito tra i broker specializzati nel trading on line e ha consentito alla Società di firmare i primi contratti istituzionali, programmando la penetrazione commerciale in tale settore in Europa, Middle Est e Asia nel corso del 2020.
Si precisa che tali nuovi contratti non hanno generato al momento ricavi per la Società ma rappresentano, come descritto nel Documeno di Ammissione, il volano delle linee di business dell'Emittente una volta che il social network entrerà in fase "virale" e gli utenti verranno convertiti in clienti attivi.
Tale circostanza si riferisce alla linea di ricavi delle partnership fee, che produrrà un introito variabile su base mensile per ogni singolo broker cliente. Il lancio della trading suite ha però consentito di anticipare anche le trattative con banche che firmeranno contratti per ottenere la trading suite in versione white label. In questo caso i ricavi saranno e si riferiranno alla mera fornitura tecnologica. In linea con quanto rappresentato in sede in quotazione la società sta analizzando, in via preliminare e non vincolante, alcune possibili opportunità per accelelare la crescita attraverso il ricorso a linee esterne con partner strategici e complementari con il proprio modello di business.

Gianmaria Feleppa, fondatore e CEO di UCapital24 ha commentato "L'emergenza Covid-19 ha avuto un forte impatto sull'economia globale e ha costretto la maggior parte dei soggetti economici a rivedere la propria pianificazione e a pensare nuove soluzioni per dare continuità al proprio business. UCapital24 ha deciso di adottare delle strategie volte da un lato alla salvaguardia della cassa e dall'altro lato a fare leva sulla dinamicità del suo modello di business, preparandosi a cogliere tutte le opportunità che il settore offrirà nello scenario post-Covid. Su questa base abbiamo deciso di rimodulare gli investimenti che non andavano in questa direzione concentrando invece le risorse per l'ottimizzazione dello sviluppo informatico. Questo consentirà alla società di fornire prodotti e servizi in linea con i costanti cambiamenti dell'economia globale e delle esigenze degli utenti in tutte le aree del mondo. In un contesto del tutto inedito e problematico, UCapital24 è stata in grado non solo di garantire la continuità aziendale, ma anche di dotarsi degli strumenti che le consentiranno di affrontare al meglio gli scenari futuri.

Questi mesi di lockdown per investitori e risparmiatori hanno accentuato ancor di più la necessità di strumenti digitali che possano garantire una comunicazione più rapida e un maggior supporto a distanza. Per questo crediamo che lo sviluppo continuo di UCapital ci consentirà di incrociare sempre di più e sempre meglio la domanda di servizi fintech."

*Proposta di destinazione degli utili o coperture delle perdite
*Il consiglio di Amministrazione ha proposto di imputare sia la *perdita 2019 di euro 1.758.384 *che la perdita portata a nuovo del 2018 di euro 192.266 a riduzione della riserva sovrapprezzo azioni.

*Fatti di particolare rilievo *

  • *- in data 4 luglio 2019 l'assemblea straordinaria dei soci con atto redatto dal notaio Bastrenta ha deliberato la trasformazione della società in S.p.A. e in data 19 novembre 2019 è stato concluso il processo di quotazione all'AIM Italia con l'inizio delle negoziazioni;

  • la società ha portato a termine lo sviluppo della piattaforma pianificato con partner Vetrya S.p.A. ed ha terminato l'accordo di sviluppo iniziato nel 2018.

*Fatti di rilievo intervenuti dopo la chiusura dell'esercizio
*In data 25 marzo 2020 il Consiglio di Amministrazione della Società, in considerazione dell'attuale emergenza epidemiologica COVID-19 e dell'impatto che potrebbe avere sulla situazione economica e patrimoniale di UCapital24, ha deliberato di differire, utilizzando i maggior termini, la data della riunione consiliare per l'approvazione del progetto di bilancio per l'esercizio 2019.

Alla fine del 2019 si è conclusa la collaborazione tecnologica con il partner Vetrya S.p.A. e in tale occasione la Società ha deciso di internalizzare lo sviluppo evolutivo della piattaforma del social network e della versione white label (trading suite). Ciò ha prodotto alcuni rallentamenti iniziali nell'avvio dei piani di sviluppo della Società. Tuttavia già a partire dal primo trimestre del 2020 l'internalizzazione ha permesso di migliorare il controllo e la flessibilità della manutenzione evolutiva della piattaforma, soprattutto nella rapidità di implementazione delle nuove release.
Tuttavia la situazione epidemiologica COVID- 19 ha contribuito a ritardare ulteriormente l'avvio del piano industriale 2019-2022 rendendo non più perseguibili i dati previsionali indicati nel documento di ammissione nei tempi originariamente previsti; in un contesto di riferimento così mutevole e imprevedibile, l'Emittente ha ritenuto di predisporre un piano di recovery, volto a garantire la continuazione dell'attività aziendale ancora in fase di start up nel corso della attuale difficile fase congiunturale.

Con riferimento al predetto piano di recovery, si segnala che la Società ha già posto in essere le seguenti misure:

  • richiesto l'utilizzo del Fondo di Integrazione Salariale in accordo con il D.L. del 17 marzo 2020 n.18 (Decreto Cura Italia) per tutti i dipendenti che possono accedervi (i.e. 11 dipendenti);

  • ridotto le consulenze esterne relative ad attività non strategiche;

  • ridotto gli investimenti non indispensabili all'avvio immediato del business model;

  • rimodulato le spese per acquisto di beni e servizi;

  • negoziato con numerosi fornitori dilazioni di pagamento e riduzioni degli importi contrattuali inizialmente pattuiti.

*Ricerca & Sviluppo – processo di internalizzazione *
UCapital24 è una società fintech il cui core business comprende un costante lavoro sulle innovazioni tecnologiche in ambito digitale e finanziario. Pertanto, se da un lato il l'emergenza epidemiologica COVID-19 ha provocato un rallentamento nella fase di avvio delle attività commerciali, costringendo l'Emittente a una limitazione dei costi non strategici nell'attuale fase di sviluppo, dall'altro ha consentito alla Società di strutturare la divisione di ricerca e sviluppo, internalizzando tutte le attività di sviluppo informatico e consentendo di lavorare con formule di smart working.

La nuova divisione ricerca e sviluppo consentirà alla società di fornire costantemente evoluzioni in termini di prodotti e servizi in linea con i costanti cambiamenti dell'economia globale e delle esigenze degli utenti in tutte le aree del mondo.

I dati relativi al trading on line, dicono che i volumi dei trader clienti delle società di brokeraggio sono aumentate di oltre il 50% nel solo comparto retail a livello mondiale nei mesi di febbraiomarzo-aprile. Solo in Italia, nei primi 4 mesi del 2020 le compravendite per conto terzi di strumenti finanziari a Piazza Affari hanno registrato un incremento dell'81% (fonte "Il Sole 24ore").

Inoltre per investitori e risparmiatori è diventata sempre più forte l'esigenza di dialogare con tecnologie digitali che consentono una comunicazione rapida e supporto a distanza. Tutte le tecnologie messe in piedi da UCapital24 e che la divisione R&S sta implementando vanno in tale direzione, offrendo prodotti e servizi a clientela istituzionale e retail in ambito finanziario, ma anche economico.

*Evoluzione prevedibile della gestione
*

*Gestione conservativa delle risorse finanziarie in attuazione del piano di recovery
*L'emergenza epidemiologica da COVID-19 ha provocato un blocco sistemico dell'economia globale, causando uno stop nelle interazioni interpersonali propedeudiche allo sviluppo commerciale del business e una sempre maggiore incertezza sulle proiezioni di breve termine circa i reali danni subiti dalle imprese.

Sulla base di tali premesse, la Società ha ritenuto opportuno adottare delle strategie volte, da un lato, alla salvaguardia della cassa e, dall'altro lato, a fare leva sull'elasticità del proprio modello organizzativo. In quest'ottica UCapital24 ha rinviato tutti gli investimenti non strettamente indispensabili.

Tale decisione ha portato ad una riduzione delle uscite di cassa nella pianificazione del budget 2020. Il nuovo piano di recovery è finalizzato a garantire alla Società la necessaria continuità aziendale anche in uno scenario fortemente negativo per l'economia mondiale nel corso del 2020. La nuova pianificazione ha consentito allo stesso tempo di massimizzare le risorse per l'ottimizzazione dello sviluppo informatico, finalizzato alla realizzazione di strumenti e servizi in linea con le nuove esigenze degli utenti della piattaforma, costruendo una divisione di ricerca e sviluppo all'avanguardia.

Tale nuova divisione consentirà alla Società di fornire costantemente evoluzioni in termini di prodotti e servizi in linea con i costanti cambiamenti dell'economia globale e delle esigenze degli utenti in tutte le aree del mondo.

*Lancio prodotti integrati
*Nel corso del 2020 verranno lanciati nuovi prodotti integrati volti all'attivazione di tutte le linee di revenue, quali: licenze premium, white label, advertising, social media & social TV. Il prossimo prodotto integrato in uscita è un servizio relativo ai webinar on line sviluppato l'interazione tra investitori istituzionali, retail e aziende.

*Crescita aziendale
*Lo sviluppo del business è alla base della crescita della società e in questa direzione sono rivolte tutte le scelte strategiche. Le azioni già in corso e pianificate per tutto l'anno del 2020 sono finalizzate all'acquisizione di clienti istituzionali con l'obiettivo di coprire tutta l'area europea e parte dell'est asiatico e dell'area del golfo arabico per poi penetrare nel nord America.

Allo stesso tempo la Società, in linea con le strategie di crescita riportate nel Documento di Ammissione, intende velocizzare il processo di crescita anche valutando opportunità di crescita per linee esterne che consentano di accelerare lo sviluppo del progetto.

  • Convocazione dell'Assemblea dei Soci
    *L'Emittente, essendosi avvalsa dei maggior termini concessi, provvederà alla convocazione dell'Assemblea Ordinaria dei Soci secondo quanto indicato nel calendario degli eventi societari 2020 e nei termini e prescrizioni di legge e regolamentari.

(GD - www.ftaonline.com)