A meno di un'ora dall'avvio delle contrattazioni prosegue in lieve rialzo la seduta di Unicredit che al momento si muove sostanzialmente in linea con l'indice Ftse Mib.

Il titolo, dopo aver guadagnato oltre mezzo punto percentuale ieri, ha avviato gli scambi in salita oggi, salvo frenare dai massimi e presentarsi ora appena sopra la parità.

Unicredit negli ultimi minuti passa di mano a 11,696 euro, con un frazionale rialzo dello 0,38% e oltre 3 milioni di azioni scambiate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 16 milioni di pezzi.

Il titolo non reagisce più di tanto alla mossa di Moody's che ieri in serata ha annunciato di aver alzato il rating stand-alone di Unicredit da "Ba1" a "Baa3", confermando quello senior di lungo periodo a "Baa1", ma alzando di un notch il rating degli strumenti senior non preferred e dei subordinati Tier2 e Tier1 rispettivamente a "Baa2", "Baa3" e "Ba3", con outlook stabile.

La decisione di Moody's, come evidenziato da Equita SIM, riflette il miglioramento del profilo di credito di Unicredit, sostenuto da una significativa riduzione dello stock di non performing, accompagnata da una più stabile e migliore redditività.

Gli analisti della SIM milanese mantengono una view positiva su Unicredit, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 16,3 euro.