*UniCredit Bank *e *Alipay *hanno siglato un accordo, il primo nel Paese, che dal 2019 renderà il metodo di pagamento mobile più diffuso in Cina disponibile per i visitatori cinesi in Ungheria. L'accordo sottoscritto da UniCredit Bank e Alipay Europe segna l'avvio di una partnership che consentirà ai sempre più numerosi cinesi in viaggio all'estero di acquistare beni e servizi in Ungheria semplicemente utilizzando l'app che sono soliti utilizzare nel loro Paese.

Grazie a questo accordo i clienti merchant di UniCredit avranno la possibilità di offrire il servizio di pagamento Alipay ai propri clienti cinesi. L'introduzione dei servizi Alipay in Ungheria rappresenta un'interessante opportunità di business a fronte del crescente numero di turisti cinesi nel Paese.

Secondo i dati della Hungarian Tourism Agency, nel 2017 Budapest ha accolto 178.000 visitatori cinesi e la Cina è tra i primi 10 Paesi di provenienza dei turisti che visitano la capitale. In base ai dati governativi, il numero di turisti cinesi che visitano l'Ungheria è cresciuto di oltre il 34% l'anno scorso attestandosi su 227.000 persone nel 2017, mentre nei primi 6 mesi del 2018 sono state registrate 140.000 presenze, pari ad un ulteriore incremento dell'11%.
I turisti cinesi che visitano l'Ungheria spendono una media di 1.400 dollari (390.000 fiorini), ovvero il 50% in più rispetto alla spesa media all'estero dei turisti cinesi in altri Paesi, come confermato da Ctrip, la più grande agenzia viaggi cinese online.
L'Ungheria vanta un'altra peculiarità e relazione particolare con il popolo cinese: ospita la maggiore comunità cinese dell'Europa Centrale con circa 20.000 cinesi residenti nel Paese.