Unieuro (+2,75%) sta tentando di risalire la china verso il massimo del 18 settembre a 11 euro dopo aver consolidato il supporto dinamico a 9,75 circa, media mobile a 20 sedute. Oltre 11 euro atteso il test del lato superiore del canale che sale dai minimi di marzo a 12 euro. Segnali di indebolimento giungerebbero invece al cedimento di area 9,75, con conferme negative sotto 8,90 circa, base del citato canale.

(CC - www.ftaonline.com)