Unieuro (+2,68%) si oppone con forza alle vendite e si riporta oltre i massimi di ieri a 10,73 euro, nel tentativo di riportarsi a contatto con la resistenza in area 11, massimi di fine ottobre e media mobile a 100 giorni. La rottura di questo riferimento permetterebbe di completare il piccolo doppio minimo disegnato dai supporti in area 10, per target a 11,60, top di settembre, poi a 12,35 circa. L'incapacità dei prezzi di superare la media mobile a 100 giorni comporterebbe invece un nuovo test dei minimi di periodo a 10 circa.

(CC - www.ftaonline.com)