Il Consiglio di Amministrazione di Unieuro, il maggiore distributore omnicanale di elettronica di consumo ed elettrodomestici per numero di punti vendita in Italia, riunitosi in data odierna ha esaminato e approvato il Resoconto intermedio di gestione del Gruppo al 31 maggio 2018.
Seppur non particolarmente significativo per via della stagionalità del business, che concentra ricavi e profitti nel secondo semestre, il primo trimestre dell'esercizio 2018/19 di Unieuro si è chiuso con risultati in crescita.

I ricavi, pari a 418,6 milioni di Euro, sono aumentati anno su anno del 14,1%, mentre l'EBITDA Adjusted è più che raddoppiato, attestandosi a 1,4 milioni di Euro. Ad influenzare positivamente il trimestre sono state le azioni di crescita intraprese nel 2017, che hanno portato a un'espansione del network di negozi e delle attività digitali di Unieuro, consentendo al contempo l'estrazione di importanti sinergie. La strategia di consolidamento ha più che compensato un trend di mercato in ulteriore indebolimento, anche alla luce degli effetti sulla fiducia dei consumatori derivanti dall'incertezza politica che ha caratterizzato i mesi di aprile e maggio.

  • Giancarlo Nicosanti Monterastelli*, amministratore delegato di Unieuro, ha dichiarato: "In un trimestre stagionalmente debole e poco significativo, Unieuro ha tratto vantaggio dalle acquisizioni portate a compimento nel corso del 2017, continuando a lavorare alacremente ai progetti su cui si fonderà la crescita futura, a partire dal nuovo hub logistico di Piacenza"

"Nel contempo, confermiamo la nostra strategia di consolidamento omnicanale del mercato e proseguiamo nell'incessante attività di monitoraggio e analisi delle opportunità di crescita esterna tuttora esistenti. Attività che ci auguriamo darà presto i suoi frutti".