La Borsa di New York ha chiuso la seduta in deciso rialzo. Il Dow Jones ha guadagnato l'1,77%, l'S&P 500 l'1,55% e il Nasdaq Composite il 2,20%.Protagonista di un avvio positivo grazie ad alcune brillanti trimestrali, Wall Street ha accelerato al rialzo dopo la decisione della Fed di confermare i tassi di interesse al 2,25-2,50%. La Banca centrale ha riferito che sarà paziente nella valutazione di futuri interventi del costo del denaro.
Tra i titoli in evidenza Apple +6,83%. Il gruppo di Cupertino ha presentato risultati relativi al primo trimestre del suo esercizio migliori rispetto alle attese. Risultati che fanno seguito per altro alla revisione al ribasso della guidance annunciata a inizio 2019. Nei tre mesi, comprensivi del cruciale periodo per le vendite di iPhone e iPad delle festività natalizie, Apple ha registrato profitti netti in marginale contrazione da 20,06 miliardi a 19,96 miliardi. L'eps si è però attestato sul record storico di 4,18 dollari, contro i 4,17 dollari del consensus di Refinitiv. I ricavi sono peggiorati da 88,29 a 84,31 miliardi di dollari, anche in questo caso comunque sopra agli 83,97 miliardi stimati dagli analisti.
AT&T -4,33%. Il colosso delle telecomunicazioni ha chiuso il quarto trimestre con ricavi in crescita a 47,9 miliardi di dollari da 41,7 miliardi di un anno prima ma inferiori rispetto ai 48,5 miliardi del consensus. L'utile per azione adjusted si è attestato a 0,86 dollari, in linea con le attese.
Boeing +6,26%. Il colosso aerospaziale ha annunciato una trimestrale superiore alle attese. Nel quarto trimestre l'utile per azione adjusted si è attestato a 5,48 dollari su ricavi per 28,3 miliardi. Gli analisti avevano previsto un Eps a 4,57 dollari su ricavi per 26,9 miliardi. La società per il 2019 stima un utile per azione compreso tra 19,90 e 20,10 dollari contro i 18,4 dollari del consensus.