Utility in buona forma grazie al calo di rendimenti e spread. Ancora in evidenza A2A +1,1% a 1,6850 euro che si conferma a ridosso del massimo dell'aprile 2018 a 1,6955 euro, pronta a superare l'ostacolo e riattivare il movimento rialzista in essere dall'estate 2012 verso il vecchio supporto (efficace nel 2008) in area 2,10. Sale anche Enel +1,0%: la controllata Endesa (+0,6% a Madrid) ha disposto l'interruzione della produzione delle centrali a carbone di cui è titolare nella penisola iberica e di valutare opzioni future per i relativi siti.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)