La Borsa di New York ha chiuso la seduta in leggero calo all'indomani della pubblicazione dei verbali dell'ultima riunione di politica monetaria della Fed che hanno confermato la "pazienza" della Banca centrale per quanto riguarda l'incremento dei tassi. Il Dow Jones ha perso lo 0,05%, l'S&P 500 lo 0,05% e il Nasdaq Composite lo 0,21%. Nella giornata di venerdi i colossi bancari Jp Morgan e Wells Fargo daranno il via alla stagione delle trimestrali.
Male il comparto farmaceutico con UnitedHealth Group (-4,35%) e Merck (-1,22%).
Tra i titoli in evidenza Tesla -2,77%. Secondo il quotidiano Nikkei, il produttore di auto elettriche e la giapponese Panasonic avrebbero deciso di congelare il progetto di aumento della capacità produttiva di Gigafactory 1, stabilimento specializzato nella produzione di batterie. Alla base della decisione ci sarebbero le incertezze legate alla domanda di veicoli costruiti dall'azienda di Elon Musk.
International Business Machines (IBM) +0,52%. Credit Suisse ha avviato la copertura sul titolo del colosso informatico con rating "outperform" e target price a 173 dollari.
Bed Bath & Beyond -8,76%. Il rivenditore di articoli per la casa ha comunicato a sorpresa un rosso per il quarto trimestre. Nei tre mesi Bed Bath & Beyond ha registrato perdite per 253,8 milioni, pari a 1,92 dollari per azione, contro 194 milioni, e 1,41 dollari, di profitti del pari periodo del precedente esercizio. Su base rettificata l'eps si è attestato a 1,20 dollari, comunque sopra agli 1,12 dollari del consensus di FactSet. Le vendite sono peggiorate dell'11% annuo a 3,33 miliardi di dollari, in linea con le attese degli analisti. A perimetro costante, però, il calo è stata dell'1,4% contro l'1,3% del consensus (nell'intero esercizio il declino è stato invece del 2,6%).