La Borsa di New York ha chiuso la prima seduta della settimana in leggero rialzo dopo la vittoria, ampiamente attesa, di Emmanuel Macron alle presidenziali francesi. Dow Jones e Nasdaq Composite hanno guadagnato lo 0,03% mentre l'S&P 500 è rimasto sostanzialmente invariato.
Sostenuto dalle quotazioni del petrolio, il comparto energetico ha registrato la miglior performance settoriale davanti a quello tecnologico.
Tra i titoli in evidenza Kate Spade +8,34%. Coach (+4,81%) ha annunciato l'acquisto del rivenditore di borse e accessori per 2,4 miliardi di dollari (18,50 dollari per azione).
Apple +2,72%. Il titolo del gruppo di Cupertino ha toccato il nuovo record storico a 153,70 dollari.
Berkshire Hathaway -1,13%. La holding del miliardario Warren Buffet ha comunicato che nel primo trimestre i profitti netti sono crollati dal 27% a 4,06 miliardi, pari a 2.469 dollari per azione. Nei tre mesi l'utile operativo è invece calato del 5% a 3,56 miliardi, pari a 2.163 dollari per azione, a fronte comunque di ricavi in crescita da 52,16 a 65,19 miliardi di dollari.
Gigamon +17,71%. Il fondo Elliott Management ha raggiunto il 15,3% del capitale della società specializzata nelle soluzioni di Data Access.
Horizon Pharma -35,04%. Il gruppo biofarmaceutico ha annunciato una trimestrale inferiore alle attese. Nel primo trimestre l'utile per azione adjusted si è attestato a 0,21 dollari su ricavi per 220,9 milioni. Gli analisti avevano previsto un Eps a 0,23 dollari su ricavi per 248 milioni.
Straight Path +33,06%. L'operatore di telecomunicazioni ha comunicato di aver ricevuto una offerta che valuta la società circa 3,1 miliardi di dollari, quasi il doppio rispetto alla proposta di AT&T (1,6 miliardi di dollari).