A New York i principali indici sono poco mossi. Il Dow Jones guadagna lo 0,05%, il Nasdaq Composite lo 0,15% mentre l'S&P 500 cede lo 0,1%.
Sul mercato c'è molto nervosismo legato alle mosse della Fed in tema di tassi in programma la prossima settimana.
Le nuove richieste di sussidi di disoccupazione nella settimana terminata il 5 settembre si sono attestate a 275 mila unità, inferiori al dato rilevato la settimana precedente (281 mila unità) ma in linea con le attese degli analisti. Il numero totale di persone che richiede l'indennità di disoccupazione si attesta a 2,260 milioni, superiore ai 2,250 milioni attesi.
I prezzi alle importazioni nel mese di agosto sono diminuiti dell'1,8% rispetto al mese precedente. Le attese degli analisti erano per un calo dei prezzi dell'1,6%. I prezzi alle esportazioni sono scesi dell'1,4% su base mensile dopo un decremento dello 0,4% registrato a luglio.
Sul fronte societario Lululemon Athletica -8%. Il gruppo di abbigliamento sportivo ha annunciato una trimestrale superiore alle attese ma ha fornito un outlook deludente. Per il trimestre in corso l'utile per azione è atteso tra 0,35 e 0,37 dollari contro i 43 centesimi indicati dal consensus. Nel secondo trimestre l'Eps si è attestato a 0,34 dollari su ricavi per 453 milioni (consensus Eps 0,33 dollari su ricavi per 445 milioni).
Seagate Technology -3%. L'azienda con sede a Dublino specializzata nella produzione di hard disk ha annunciato l'intenzione di tagliare il 2% della proprio organico a livello globale (circa 1.050 posti di lavoro).
Mondelez International +0,4%. Il gruppo alimentare ha confermato le stime di crescita organica dei ricavi per il 2015 al 3%. L'utile operativo adjusted è atteso attorno al 14% quest'anno e tra il 15% ed il 16% nel 2016.