La Borsa di New York ha chiuso la seduta in deciso rialzo grazie alla notizia dello slittamento al prossimo 15 dicembre dell'introduzione di dazi su alcuni prodotti Made in Cina. Il Dow Jones ha guadagnato l'1,44%, l'S&P 500 l'1,48% e il Nasdaq Composite l'1,95%.
In recupero le quotazioni del petrolio con il Wti in crescita del 3,95% a 57,10 dollari al barile.
Sugli scudi il comparto tecnologico guidato da Apple (+4,23%).
Tra i titoli in evidenza Advance Auto Parts +0,08%. Il rivenditore di ricambi per auto ha comunicato per il secondo trimestre profitti netti in crescita da 117,8 milioni, pari a 1,59 dollari per azione, a 124,8 milioni, e 1,73 dollari. Su base rettificata il gruppo del North Carolina ha registrato un eps di 2,00 dollari, ampiamente sotto ai 2,21 dollari del consensus. I ricavi sono rimasti sostanzialmente invariati a 2,33 miliardi, contro i 2,36 miliardi del consensus di FactSet. Aap ha peggiorato da 1,0% -2,5% a 1,0% -2,0% la stima di crescita delle vendite a perimetro costante nell'intero esercizio.
PayPal +3,23%. Guggenheim ha alzato il rating sul titolo del gigante dei pagamenti a "neutral" da "sell".
Cbs Corporation +1,39%. Il gruppo media ha raggiunto un accordo per la fusione con la rivale Viacom.
MercadoLibre +2,23%. Jp Morgan ha alzato il rating sul titolo del gruppo e-commerce a "overweight" da "neutral".
Sul fronte macroeconomico l'indice dei prezzi al consumo core è cresciuto a luglio dello 0,3% rispetto al mese precedente da +0,3% di giugno. Gli economisti avevano previsto un incremento dello 0,2%. Su base annua l'indice è aumentato del 2,2% contro il +2,1% del mese precedente e il +2,1% del consensus.

(RV - www.ftaonline.com)