La Borsa di New York ha aperto l'ultima seduta della settimana in ribasso. Il Dow Jones cede il 3,7%, l'S&P 500 il 3,2% e il Nasdaq Composite il 2,8%. Wall Street interrompe il rimbalzo (lungo tre sedute di fila) a causa dell'incremento dei contagi di coronavirus. Gli Stati Uniti con oltre 80 mila casi sono ora il primo paese al mondo per numero di positivi dopo l'Italia. Dopo il recupero tornano a scendere energetici, compagnie aeree. Si ferma anche Boeing (-6,5%).

Tra gli altri titoli in evidenza GameStop +8%. Il retailer del settore dei videogiochi ha comunicato risultati relativi al quarto trimestre segnati da profitti netti per 21 milioni di dollari contro il rosso di 187,7 milioni del pari periodo del precedente esercizio. Su base rettificata l'eps è calato da 1,45 a 1,27 dollari, a fronte di vendite crollate del 28% annuo a 2,19 miliardi. Il consensus di FactSet era invece per 79 centesimi e 2,24 miliardi rispettivamente. Le vendite sono scese a perimetro costante del 26,1% contro il 27,0% stimato dagli analisti. Il chief executive George Sherman ha sottolineato che comunque l'epidemia di coronavirus sta sostenendo la domanda di videogiochi, con sempre più consumatori costretti a casa.

Deere -3% nonostante l'upgrade di Jp Morgan. Il broker ha alzato il rating sul titolo del produttore di macchine per l'agricoltura a "neutral" da "underweight".

Kb Home -3%. Il costruttore californiano ha comunicato per il primo trimestre del suo esercizio profitti netti sostanzialmente raddoppiati da 30,0 milioni, di dollari, pari a 31 centesimi per azione, a 59,7 milioni, e 63 centesimi. I ricavi sono cresciuti da 811,5 milioni a 1,08 miliardi di dollari. Il consensus di FactSet era invece per 45 centesimi e 957,7 milioni rispettivamente.

Kb Home ha annunciato il ritiro della guidance sul 2020 a causa dell'epidemia di coronavirus. Sul fronte macroeconomico a febbraio l'indice principale PCE (prezzi al consumo esclusi alimentari e bevande) e' cresciuto dello 0,2% su base mensile, dopo la variazione positiva dello 0,2% della rilevazione precedente (rivista da +0,1%).

Lo stesso indice calcolato rispetto a un anno fa è cresciuto dell'1,8% dopo l'incremento dell'1,7% a gennaio. La spesa personale è salita dello 0,2% a febbraio pari alla rilevazione precedente e alle attese mentre i redditi personali sono cresciuti dello 0,6% risultando superiori alle attese (+0,4%) e pari alla rilevazione precedente. In ribasso le quotazioni del petrolio; il Wti sul mercato Nymex cede il 3,94% a 21,7 dollari al barile.

(RV - www.ftaonline.com)