Zignago Vetro (+1,2%) riduce il vantaggio dell'apertura e scende per ricoprire l'ampio gap lasciato a 13,56 euro. Il brusco dietro front rafforza la validità della resistenza a 14,30/14,40, avvicinata già nei mesi di luglio e di ottobre. Solo oltre questo limite, con conferme alla rottura di 14,48 euro, picco di inizio anno, sarebbe lecito credere nella riattivazione dell'uptrend di lungo corso verso target a 15/15,10. Discese sotto area 13,50 cancellerebbero il tentativo visto in avvio anticipando un nuovo confronto con i supporti a 12,08, minimi di ottobre.

(CC - www.ftaonline.com)