Brexit

RSS

Brexit è la procedura di uscita del Regno Unito dall'Unione europea

Brexit è un termine frutto della fusione tra British ed exit, ed individua la procedura di uscita del Regno Unito dall'Unione europea dopo l'esito del referendum del 23 giugno del 2016.

Brexit, il Regno Unito rinuncia alla presidenza di turno del Consiglio dell'Ue

Con il referendum, è stato il 51,89% dei cittadini britannici a votare a favore dell'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea. Di riflesso, il Regno Unito comunica di non voler occupare la presidenza di turno del Consiglio dell'Unione europea che gli sarebbe spettata nella seconda metà del 2017.

La procedura dell'articolo 50

Prima di procedere all'attivazione dell'articolo 50, la Corte suprema del Regno Unito, il 24 gennaio del 2017, ha stabilito che il Parlamento deve essere consultato. Dopodiché, il 29 marzo del 2017, la procedura dell'articolo 50 ha ufficialmente inizio dopo che, da parte dell'ambasciatore del Regno Unito presso l'Ue, viene consegnata la lettera del primo ministro Theresa May al presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.

Brexit, la Risoluzione del Parlamento europeo sull'uscita del Regno Unito dall'Ue

In merito all'uscita del Regno Unito dall'Ue il Parlamento europeo, in data 5 aprile del 2017, ha approvato una Risoluzione che delimita quelli che sono i paletti del negoziato tra le parti. In particolare il testo della risoluzione, che è stato approvato a larghissima maggioranza, mira a garantire che la Brexit venga portata a termine nell'interesse congiunto dell'Ue e del Regno Unito attraverso una procedura di uscita che sia non solo ordinata, ma anche condotta in buona fede.

Sono stati ben 516 i voti a favore del Parlamento europeo, nell'approvare la Risoluzione che fissa i paletti per i negoziati tra il Regno Unito e l'Ue, rispetto a 133 voti contrari e 50 astenuti. Oltre alla tutela dei diritti dei cittadini europei, tra gli altri paletti fissati dalla Risoluzione c'è il rispetto degli impegni finanziari che il Regno Unito ha preso nei confronti dell'Unione Europea, e la tutela dell'accordo di pace in Nord Irlanda.

Per maggiori informazioni: BREXIT










La Brexit hard costa 600.000 posti di lavoro. E 50.000 in Italia

A poco più di un mese dalla scadenza del 29 marzo, un nuovo studio rivela l'impatto sul mercato del lavoro di un'uscita disordinata del Regno Unito dall'UE.

La Brexit hard costa 600.000 posti di lavoro. E 50.000 in Italia

Brexit and the City

La Brexit senza accordo avrebbe effetti pesanti per la City, ma anche per le banche e le assicurazioni del continente.

Brexit and the City

La BoE non tocca i tassi, sterlina al palo

La Banca d'Inghilterra ha abbassato le sue prospettive per l'economia britannica, mentre permane l'incertezza sulla Brexit.

La BoE non tocca i tassi, sterlina al palo

Rischio credito commerciale peggioramento con no-deal Brexit

Secondo le previsioni Atradius, una “no-deal Brexit” potrebbe far registrare in Italia uno +0,5% d’insolvenze. Manifatturiero, automotive, alimentare e chimico i settori maggiormente esposti.

Rischio credito commerciale peggioramento con no-deal Brexit

PMI dei servizi e Brexit affondano di nuovo la Sterlina

La sterlina è di nuovo scesa fortemente nei confronti di Euro e Dollaro nella giornata di ieri.

PMI dei servizi e Brexit affondano di nuovo la Sterlina

UBS punta ancora sulle azioni. Come e dove investire a febbraio

Gli analisti della banca elvetica ritengono che ogni correzione dei mercati offra delle opportunità. Confermato il sovrappeso sull'azionario: ecco le Borse che potranno regalare maggiori soddisfazioni.

UBS punta ancora sulle azioni. Come e dove investire a febbraio

Brexit tra caos e gossip, svelati piani choc da Guerra Fredda

Piano evacuazione famiglia reale britannica come in caso di attacco nucleare. Brexit, il No Deal scatenerà un terremoto? Sarà recessione Ue? Società in fuga dall'Inghilterra, Nissan ultima in ordine di tempo.

Brexit tra caos e gossip, svelati piani choc da Guerra Fredda

Il Regno Unito sta perdendo di vista l'obiettivo

Il 29 gennaio i deputati del Regno Unito hanno votato su tre importanti emendamenti.

Il Regno Unito sta perdendo di vista l'obiettivo

GBP/USD: disastroso il No Deal, in questo caso perdono tutti

Non è necessario essere esperti di "teoria dei giochi" e calcolare l'equilibrio di Nash ottimale che soddisfa tutti, per capire che senza un accordo si va verso la recessione in Europa e in Gran Bretagna: intanto il Cable soffre, ma non inverte la rotta.

GBP/USD: disastroso il No Deal, in questo caso perdono tutti

Brexit: incertezza per la sterlina

La sterlina soffre per l'incertezza legata alla Brexit.

Brexit: incertezza per la sterlina

Sterlina, dollaro ed Apple: i protagonisti dei mercati di oggi

La strada per la Brexit torna al punto di partenza. L'emendamento per rinegoziare il backstop è stato approvato. Ma su questo punto, però, l'Ue non sembra voler sentire ragioni. Cosa aspettarsi ora la risposta di Vincenzo Longo market strategist di IG

Sterlina, dollaro ed Apple: i protagonisti dei mercati di oggi
apk