Brexit

Brexit è la procedura di uscita del Regno Unito dall'Unione europea

Brexit è un termine frutto della fusione tra British ed exit, ed individua la procedura di uscita del Regno Unito dall'Unione europea dopo l'esito del referendum del 23 giugno del 2016.

Brexit, il Regno Unito rinuncia alla presidenza di turno del Consiglio dell'Ue

Con il referendum, è stato il 51,89% dei cittadini britannici a votare a favore dell'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea. Di riflesso, il Regno Unito comunica di non voler occupare la presidenza di turno del Consiglio dell'Unione europea che gli sarebbe spettata nella seconda metà del 2017.

La procedura dell'articolo 50

Prima di procedere all'attivazione dell'articolo 50, la Corte suprema del Regno Unito, il 24 gennaio del 2017, ha stabilito che il Parlamento deve essere consultato. Dopodiché, il 29 marzo del 2017, la procedura dell'articolo 50 ha ufficialmente inizio dopo che, da parte dell'ambasciatore del Regno Unito presso l'Ue, viene consegnata la lettera del primo ministro Theresa May al presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.

Brexit, la Risoluzione del Parlamento europeo sull'uscita del Regno Unito dall'Ue

In merito all'uscita del Regno Unito dall'Ue il Parlamento europeo, in data 5 aprile del 2017, ha approvato una Risoluzione che delimita quelli che sono i paletti del negoziato tra le parti. In particolare il testo della risoluzione, che è stato approvato a larghissima maggioranza, mira a garantire che la Brexit venga portata a termine nell'interesse congiunto dell'Ue e del Regno Unito attraverso una procedura di uscita che sia non solo ordinata, ma anche condotta in buona fede.

Sono stati ben 516 i voti a favore del Parlamento europeo, nell'approvare la Risoluzione che fissa i paletti per i negoziati tra il Regno Unito e l'Ue, rispetto a 133 voti contrari e 50 astenuti. Oltre alla tutela dei diritti dei cittadini europei, tra gli altri paletti fissati dalla Risoluzione c'è il rispetto degli impegni finanziari che il Regno Unito ha preso nei confronti dell'Unione Europea, e la tutela dell'accordo di pace in Nord Irlanda.

Per maggiori informazioni: BREXIT



Accordo Brexit e GBP in ripresa

La May ha dovuto accettare gran parte delle richieste europee.

Accordo Brexit e GBP in ripresa

Brexit: altre 72 ore prima della fine

Il portavoce della Commissione Ue, Margaritis Schinas ha confermato la volontà di incontrare il premier inglese Theresa May per decidere gli ultimi particolari dei colloqui tra l'Ue e Londra.

Brexit: altre 72 ore prima della fine

Brexit: l'accordo sfuma. Volatilità in vista per la sterlina

Ieri, nonostante l'ottimismo di fondo che aleggiava a Bruxelles, l'accordo sulla prima fase dei colloqui per la Brexit, già dichiarato raggiunto al 90%, è saltato. Cosa mancava?

Brexit: l'accordo sfuma. Volatilità in vista per la sterlina

Brexit: manca accordo su Irlanda ma la sterlina corre

Nella città belga oggi si terranno i colloqui tra i rappresentanti Ue (Jean-Claude Juncker e Donald Tusk) e il premier britannico Theresa May.

Brexit: manca accordo su Irlanda ma la sterlina corre

Brexit, Barnier conferma che l'accordo finanziario è vicino

Secondo indiscrezioni, Londra e Bruxelles avrebbero raggiunto una intesa preliminare sul conto che i britannici dovranno accettare di pagare perché si possa avviare la seconda fase dei negoziati Brexit.

Brexit, Barnier conferma che l'accordo finanziario è vicino

Brexit: si complica la questione irlandese

La Brexit inciampa sulla prova Irlanda a sua volta in piena crisi di governo. Come anche l'Irlanda del Nord.

Brexit: si complica la questione irlandese

Brexit e Theresa May, arriva la sfiducia dai conservatori

Tutto è cominciato qualche settimana fa, alcuni conservatori in varie conferenze avevamo paventato l'idea di sfiduciare la May perché troppo morbida sulla questione Brexit.

Brexit e Theresa May, arriva la sfiducia dai conservatori

Brexit: governo May in pericolo. Sterlina di nuovo in calo

Londra ancora in difficoltà per la Brexit. Questa volta a rischio è addirittura il governo May.

Brexit: governo May in pericolo. Sterlina di nuovo in calo

Brexit: Theresa May annuncia data e ora ufficiale del divorzio

Il governo britannico ha annunciato ieri giorno e ora esatta della Brexit: il Regno unito sarà ufficialmente fuori dall'UE il 29 marzo 2019.

Brexit: Theresa May annuncia data e ora ufficiale del divorzio

Stallo nella Brexit: sterlina rischia crollo del 20%

Mentre l'euro si indebolisce a causa della situazione spagnola e di quella austriaca, anche la sterlina inglese deve accusare il colpo dettato dall'incertezza ormai cronica che regna sul panorama inglese.

Stallo nella Brexit: sterlina rischia crollo del 20%

Juncker vuol far fallire i negoziati Brexit

Il quarto round di colloqui a Bruxelles tra ufficiali europei e britannici si è concluso giovedì scorso.

Juncker vuol far fallire i negoziati Brexit

I centri finanziari più influenti al mondo

La Brexit spaventa Londra: chi sarà la più influente nella finanza, tra le città del mondo?

I centri finanziari più influenti al mondo

Ftse Mib: è un periodo molto positivo. I titoli da monitorare

L'indice italiano ha rotto il muro dei 22mila punti con una forza che ha regalato fiducia agli operatori ma anche timori per l'avvicinarsi di alcune resistenze. Quali prospettive per il futuro? L'analisi e le previsioni di Stefano Masa Head of QuantInvest® Research & Analysis Department.

Ftse Mib: è un periodo molto positivo. I titoli da monitorare

1 milione in fuga da Londra

Fuga da Alcatraz? No, semplicemente fuga da Londra. Questo, in estrema sintesi, il panorama che si sta delineando nella più internazionale delle capitali che tanto internazionale ormai non è più.

1 milione in fuga da Londra

Brexit: ripartono (senza grande entusiasmo) i negoziati

Nonostante le pressioni a far presto, anche il terzo round di negoziati rischia di risolversi in un nulla di fatto.

Brexit: ripartono (senza grande entusiasmo) i negoziati

Brexit, bisogna fare attenzione a ciò che si desidera

I britannici hanno sorpreso il mondo il 23 giugno 2016 votando di lasciare l’Unione Europea dopo 43 anni di un matrimonio per lo più burrascoso.

Brexit, bisogna fare attenzione a ciò che si desidera
apk