Brexit

RSS

Brexit è la procedura di uscita del Regno Unito dall'Unione europea

Brexit è un termine frutto della fusione tra British ed exit, ed individua la procedura di uscita del Regno Unito dall'Unione europea dopo l'esito del referendum del 23 giugno del 2016.

Brexit, il Regno Unito rinuncia alla presidenza di turno del Consiglio dell'Ue

Con il referendum, è stato il 51,89% dei cittadini britannici a votare a favore dell'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea. Di riflesso, il Regno Unito comunica di non voler occupare la presidenza di turno del Consiglio dell'Unione europea che gli sarebbe spettata nella seconda metà del 2017.

La procedura dell'articolo 50

Prima di procedere all'attivazione dell'articolo 50, la Corte suprema del Regno Unito, il 24 gennaio del 2017, ha stabilito che il Parlamento deve essere consultato. Dopodiché, il 29 marzo del 2017, la procedura dell'articolo 50 ha ufficialmente inizio dopo che, da parte dell'ambasciatore del Regno Unito presso l'Ue, viene consegnata la lettera del primo ministro Theresa May al presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.

Brexit, la Risoluzione del Parlamento europeo sull'uscita del Regno Unito dall'Ue

In merito all'uscita del Regno Unito dall'Ue il Parlamento europeo, in data 5 aprile del 2017, ha approvato una Risoluzione che delimita quelli che sono i paletti del negoziato tra le parti. In particolare il testo della risoluzione, che è stato approvato a larghissima maggioranza, mira a garantire che la Brexit venga portata a termine nell'interesse congiunto dell'Ue e del Regno Unito attraverso una procedura di uscita che sia non solo ordinata, ma anche condotta in buona fede.

Sono stati ben 516 i voti a favore del Parlamento europeo, nell'approvare la Risoluzione che fissa i paletti per i negoziati tra il Regno Unito e l'Ue, rispetto a 133 voti contrari e 50 astenuti. Oltre alla tutela dei diritti dei cittadini europei, tra gli altri paletti fissati dalla Risoluzione c'è il rispetto degli impegni finanziari che il Regno Unito ha preso nei confronti dell'Unione Europea, e la tutela dell'accordo di pace in Nord Irlanda.

Per maggiori informazioni: BREXIT



Proteste, Brexit, QE e dati macro: tutti i problemi dell'Europa

Caos Brexit, proteste in Francia oltre all'ormai cronico problema dei bilanci italiani, problema che, questa volta, però, rischia di diventare anche più serio.

Proteste, Brexit, QE e dati macro: tutti i problemi dell'Europa

Il voto di fiducia a May non cambia le carte in tavola su Brexit

May ha necessità di assicurarsi una concessione sul confine irlandese da parte dell’UE: se dovesse riuscirci, potremmo aspettarci di vedere un numero significativo di “ribelli” abbracciare le sue posizioni.

Il voto di fiducia a May non cambia le carte in tavola su Brexit

Niente sfiducia per la May, ma la Brexit resta una mina vagante

La premier britannica resterà alla guida del Partito Conservatore e non potrà essere più sfiduciata per un altro anno. Il tempo però stringe e i rischi legati alla Brexit sono tanti e molto alti: come si muoverà la sterlina ora?

Niente sfiducia per la May, ma la Brexit resta una mina vagante

Brexit preoccupa, ma non c’è esodo dai fondi

Dal 2016, anno del referendum inglese per l’uscita dall’Unione, i riscatti dai comparti azionari inglesi sono stati contenuti. L’analisi dei flussi, soprattutto, dall’equity small e mid cap rivela un sentiment contrastante e opinioni diverse sull’esito delle trattative.

Brexit preoccupa, ma non c’è esodo dai fondi

Presto un ritorno della volatilità a Piazza Affari

Mentre la Gran Bretagna è nel caos per la Brexit, in Italia è ora di tirare le somme per Piazza Affari. Come verrà giudicato questo 2018? La risposta di Vincenzo Longo Market Strategist di IG.

Presto un ritorno della volatilità a Piazza Affari

May: ora rischia la sfiducia

Alla fine la sfiducia per il premier inglese Theresa May è arrivata. 48 lettere da parte di altrettanti rappresentanti del suo partito, i più euroscettici, hanno dato il via al processo.

May: ora rischia la sfiducia

Quando finirà la guerra commerciale tra USA e Cina

I mercati azionari stanno vivendo un periodo incerto, è sotto gli occhi di tutti, le ragioni sono molteplici, guerra commerciale Cina-Usa, Brexit e rallentamento economico in vista, ma davvero il ciclo economico espansivo, iniziato dopo la crisi dei subprime nel 2008, è giunto al termine?

Quando finirà la guerra commerciale tra USA e Cina

La paralisi della Brexit

La scadenza per Brexit si sta avvicinando rapidamente e la situazione cambia di minuto in minuto più che di giorno in giorno.

La paralisi della Brexit

Brexit: rinviato il voto in Parlamento. Crolla la sterlina

Dopo il già vago testo dell'accordo tra Londra e Ue per regolare l'uscita della Gran Bretagna dall'Europa, accordo che molto probabilmente verrà rigettato dal Parlamento inglese, adesso arriva il colpo di scena.

Brexit: rinviato il voto in Parlamento. Crolla la sterlina

2019: le previsioni improbabili (non impossibili) di Saxo Bank

Europa nel caos e licenziamento di Powell ad opera di Trump. Impossibile? No, solo altamente improbabile secondo le "oltraggiose previsioni" di Saxo Bank.

2019: le previsioni improbabili (non impossibili) di Saxo Bank

Allarme BoE su Brexit: Londra a rischio catastrofe economica

La Bank of England lancia l'allarme: in caso di voto contrario e quindi di uscita senza un piano prestabilito, la nazione rischia la peggiore crisi economica dal 1945 ad oggi.

Allarme BoE su Brexit: Londra a rischio catastrofe economica

Ftse Mib: la tensione politica continuerà ancora a lungo

Peggiora la situazione tra Italia e Unione Europea con alcune indiscrezioni di stampa che vorrebbero in arrivo i primi provvedimenti già per il 19 dicembre. A poco, infatti, sembrerebbero servire le aperture del governo italiano come conferma anche Filippo Diodovich market strategist di IG.

Ftse Mib: la tensione politica continuerà ancora a lungo

Buone notizie su manovra italiana e Brexit

Il rientro a pieno regime dei mercati dopo il Ringraziamento ha visto il ritorno del risk appetite sui mercati, fin dalla seduta asiatica.

Buone notizie su manovra italiana e Brexit

Quello sulla Brexit continua a restare un vertice insidioso

Quello che si terrà domenica sulla Brexit è già stato definito un vertice ad alto rischio. I 27 leader dell'Unione si riuniranno domenica per dare il loro formale via libera all'accordo stipulato nelle scorse settimane.

Quello sulla Brexit continua a restare un vertice insidioso

La Brexit e le implicazioni per il mercato obbligazionario

Il 14 novembre il governo britannico ha pubblicato una bozza di accordo con le sue proposte per l’uscita del Paese dall’Unione Europea.

La Brexit e le implicazioni per il mercato obbligazionario

Brexit, altri problemi in vista: la Spagna teme per Gibilterra

Non solo Irlanda, per Theresa May, in ambito Brexit si sta preparando anche un'altra incognita: Gibilterra.

Brexit, altri problemi in vista: la Spagna teme per Gibilterra
apk