Dollaro

Il dollaro, la valuta americana

Il dollaro americano è l'unità unitaria ufficiale che viene utilizzata negli Stati Uniti d'America dal lontano 1785. Esso, viene utilizzato sui mercati internazionali come valuta convenzionale, per le quotazioni ufficiali di oro e petrolio.
Il dollaro americano si divide in 100 centesimi ed è rappresentato dal simbolo $.

Nel sistema bancario ed economico, il dollaro (meglio detto USD in riferimento alle contrattazioni sul mercato del Forex) viene identificato dal codice ISO 4217 (Organizzazione Internazionale per le Standardizzazioni).
Dal 1927 la Federal Reserve stampa le banconote, che dal 1946 non compaiono più in tagli di banconote superiori ai 100 dollari), mentre le monete, che originariamente dividevano il dollaro in 1000 "mill" (in uso fino alla Seconda Guerra mondiale, quando il costo dell'alluminio divenne troppo elevato), compongono ora 1 dollaro di 100 centesimi.

Le origini

Le origini del dollaro riportano all'antica Sassonia (Germania) del 1519, quando venne coniata la moneta d'argento "taler" (o tallero), che ancor oggi rappresenta il valore monetario di riferimento per diverse Nazioni, quali il Canada, la Nuova Zelanda, Singapore.

Il dollaro americano vero e proprio deve invece le sue origini alla regione spagnola e precisamente alla moneta "doleras", che veniva utilizzata principalmente nelle Colonie catalane. Durante la Guerra Civile, il 6 luglio 1785, il Governo federale americano fu il primo ad emettere le banconote del dollaro (denominate "greenbacks", a causa del colore verde) usate come valuta con sistema decimale.

La convertibilità e la forza del dollaro

Durante il periodo post bellico, nel luglio del 1944, a New Hampshire, a seguito del convegno finanziario e monetario delle Nazioni Unite Bretton Woods (composto da 44 Nazioni), vennero create la Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale, con lo scopo di garantire la convertibilità delle monete di ogni nazione in oro o in dollari americani, attività che vennero definite "a riserva di valore" (con una fluttuazione max del 1%).

Con tale operazione il valore del dollaro americano venne rafforzato, ma la crisi verificatasi negli anni sessanta, dovuta in parte alla crescita economica di Paesi quali Giappone e Germania, e in parte alla Guerra del Vietnam, lo Stato americano si trovò costretto a contrattare con le Banche Centrali al fine di fissare il prezzo di cambio tra oro e dollaro, in un rapporto pari a 35 dollari per 1 oncia oz (28,35 grammi d'oro): nacque così il Gold Standard.
In quegli anni si sviluppa inoltre il concetto sempre più assodato di oro come "bene rifugio", acquistato in caso di perdita del valore monetario (e dunque della mancanza di stabilità economica esterna) e venduto in situazione di crescita economica.

Soltanto con la decisione presa dall'allora Presidente in carica degli Stati Uniti, Richard Nixon, venne abolita, nel 1971, la commutabilità del dollaro americano in oro, rafforzando così il sistema fluttuante degli Stati Uniti.

Il periodo del petroldollaro

Nel 1974 le Nazioni appartenenti all'OPEC (Organization of the Petroleum Exporting Countries) ridussero la produzione del petrolio, limitando gli scambi di materia prima soltanto con il pagamento in dollari: nacque in tal senso il concetto di "petroldollaro" come valuta e misura di valore a se stante, che causò una crisi energetica globale. Nel contempo, tuttavia, la valuta del dollaro assistì ad un rafforzamento dato dal sostegno derivante dagli investimenti dei produttori arabi in Treasury bond ed attività statali americane.

Per ridurre lo scostamento del prezzo tra le valute interne ai Paesi d'Europa, venne creato, nel 1979, il Sistema Monetario Europeo, negli stessi anni in cui negli Stati Uniti la Federal Reserve decise di aumentare i tassi d'interesse, rafforzando radicalmente il valore del dollaro.

L'euro ed il dollaro

Con l'ingresso dell'Euro, avvenuto nel gennaio del 1999, il dollaro si trova a fronteggiare una nuova divisa forte, pronta a divenire in ben poco tempo la valuta che determinerà l'effettivo indebolimento del dollaro statunitense (nel cambio EUR/USD).
Nel corso degli anni 2000, e in particolare da dopo i due fattori emblematici per gli USA (il crollo delle Torri Gemelle nel 2001 ed il fallimento Lehman Brothers nel 2007), alcuni tra i più importanti Paesi in crescita (tra i quali Cina, India, Turchia, Russia, Brasile, Argentina e Corea) aumentarono le proprie riserve Nazionali a favore di divise anti-dollaro (e indirettamente pro Euro) e materie prime, abbassando in modo definitivo il valore del biglietto verde, che ha continuato a svalutarsi nel tempo.

Per maggiori informazioni: DOLLARO



Criptovalute: Bitcoin a 250.000 dollari, il Mantra di Tim Draper

La scommessa persa di John McAfee, situazione imbarazzante. Bitcoin a 1 milione di dollari entro la fine del 2020, al momento è solo pura fantasia. La resilienza delle previsioni bullish su BTC, ecco il Mantra di Tim Draper, noto venture capitalist, sostenitore del Bitcoin ed anche massimalista sull'oro digitale.

Criptovalute: Bitcoin a 250.000 dollari, il Mantra di Tim Draper

Criptovalute: Bitcoin inviare-ricevere con email, la rivoluzione

Come funzionano le transazioni Bitcoin con indirizzi e-mail. Brevetto Brian Armstrong solo per i Bitcoin o anche per altre criptomonete? Vediamo intanto, in attesa di saperne di più, come funziona l'invio e la ricezione di BTC utilizzando la posta elettronica così come avviene, per esempio, con Paypal.

Criptovalute: Bitcoin inviare-ricevere con email, la rivoluzione

Ftse Mib: strategie su ENI, Saipem e Fca. Eur/Usd: view bearish

Le prospettive per il nuovo anno sono improntate ad un leggero pessimismo: sotto la lente tre blue chips che possono riservare sorprese positive. La view di Filippo Diodovich.

Ftse Mib: strategie su ENI, Saipem e Fca. Eur/Usd: view bearish

doValue vola dopo accordo con Eurobank Fps. Berenberg dice buy

Pioggia di acquisti su doValue dopo l'accordo per l'acquisizione dell'80% del capitale di Eurobank Fps. La view degli analisti.

doValue vola dopo accordo con Eurobank Fps. Berenberg dice buy

Piazza Affari: quadro favorevole. Eur/Usd: ancora brutte notizie

Il Ftse Mib dovrebbe proseguire al rialzo nel breve, salvo tweet o sorprese dell'ultimo minuto: cattive notizie per l'euro-dollaro. L'analisi di Antonello Marceddu.

Piazza Affari: quadro favorevole. Eur/Usd: ancora brutte notizie

Criptovalute: Saga lancia token SGA, può fare le scarpe a Libra

Saga lancia SGA, il token ancorato ai DSP del Fondo monetario internazionale. Stablecoin SGA, Saga agirà solo come emittente a differenza di Calibra. Token SGA come valuta complementare per i pagamenti transfrontalieri, ecco come e perché in accordo con quanto è stato dichiarato da Ido Sadeh Man, fondatore e presidente di Saga.

Criptovalute: Saga lancia token SGA, può fare le scarpe a Libra

Criptovalute: Exchange nel 2019, i 10 hackeraggi più clamorosi

Piattaforme di scambio di criptovalute, i criminali informatici sempre in agguato. Ecco i 10 hackeraggi più clamorosi del 2019, da Cryptopia ad Upbit, e passando per LocalBitcoins, Coinmama, DragonEx, Bithumb, Binance, GateHub, BitTrue e Bitpoint.

Criptovalute: Exchange nel 2019, i 10 hackeraggi più clamorosi

Criptovalute, Ripple: il crollo è esponenziale, XRP senza fondo?

Quotazioni Ripple al nuovo minimo delle ultime 52 settimane. Calo XRP alimentato dalla discesa del Bitcoin fino a $ 6.690. Ripple più che dimezzata rispetto ai massimi dello scorso mese di luglio. Secondo Jacob Canfield, analista di criptovalute, quello attuale potrebbe non essere un buon momento per comprare Ripple, nonostante i nuovi minimi annuali, ecco perché.

Criptovalute, Ripple: il crollo è esponenziale, XRP senza fondo?

Ftse Mib: la festa non è finita. Eur/Usd verso nuove salite?

Il Ftse Mib dovrebbe catalizzare ancora gli acquisti per un test dei massimi 2019, oltre cui si avrà un'importante confermata rialzista. La view di Laura Sovardi.

Ftse Mib: la festa non è finita. Eur/Usd verso nuove salite?

Criptovalute: Ripple mayday, su XRP arriva un uragano devastante

Ripple tra 0,20 e 0,23 dollari nelle ultime tre settimane. Analisi tecnica XRP, MACD conferma il segnale di vendita. Ripple, ecco cosa serve per invertire lo scenario. XRP supporti e resistenze principali per l'operatività di breve termine.

Criptovalute: Ripple mayday, su XRP arriva un uragano devastante

Borsa: cosa accadrà ora? Eur/Usd: ecco quando cambierà il trend

Per le Borse, in particolare per quelle europee, sarà importante guardare ora all'andamento del Bund per capire come si muoveranno. L'analisi di Davide Biocchi.

Borsa: cosa accadrà ora? Eur/Usd: ecco quando cambierà il trend

Criptovalute: Bitcoin contro Oro, 3 le ragioni per scegliere BTC

L'oro fisico si può falsificare, il BTC no. Il Bitcoin grazie alla blockchain è immutabile. BTC è pure perfetto per investitori e altri speculatori finanziari. E c'è poi il dimezzamento della ricompensa riconosciuta ai minatori di oro digitale, appuntamento chiave nel mese di maggio del 2020.

Criptovalute: Bitcoin contro Oro, 3 le ragioni per scegliere BTC

Criptovalute: Ripple dicembre, pericolo su XRP sempre in agguato

Quotazioni XRP dicembre 2019 intrappolate tra 0,215 e 0,234 dollari. Ripple al rialzo, resistenza chiave a $ 0,2345. Al di sotto del supporto di $ 0,2150, invece, sulla criptovaluta lo scenario diventerebbe fortemente ribassista. Cosa dicono gli indicatori tecnici su XRP, dall'indice di forza relativa (RSI) allo Stocastico. Ecco il punto della situazione sulla criptovaluta peggiore del 2019 tra quelle più capitalizzate sul mercato degli asset digitali.

Criptovalute: Ripple dicembre, pericolo su XRP sempre in agguato

Criptovalute, Bitcoin: Bank of America ammette, il miglior asset

Il Bitcoin (BTC) miglior asset del decennio per Bank of America Merrill Lynch. Da 1 dollaro a $ 90,026 in 10 anni con il Bitcoin. La famosa pizza acquistata da Laszlo Hanyecz da Papa John. Oggi avrebbe un valore di 72,2 milioni di dollari. Agli antipodi, tra le valute fiat, il Kyat birmano che in dieci anni, invece, si è praticamente azzerato.

Criptovalute, Bitcoin: Bank of America ammette, il miglior asset

Borse: fine anno col botto? Scenari per Eur/Usd, Oro e Petrolio

Per le Borse la chiamata ribassista di ieri è stata annullata e quindi non c'è altra strada ora se non quella del rialzo. L'analisi e le strategie di Pietro Paciello.

Borse: fine anno col botto? Scenari per Eur/Usd, Oro e Petrolio

Criptovalute: Bitcoin a $ 100000 nel 2020, target dalla prigione

Ross Ulbricht sul Bitcoin dalla prigione di massima sicurezza. Previsione prezzi BTC, il vantaggio di rimanere distanti dal mercato. Oro digitale a 100.000 dollari nel 2020 grazie ad uno sviluppo logaritmico dei prezzi. Ecco l'analisi di chi sta scostando l'ergastolo essendo stato ritenuto il creatore del primo negozio di droghe online al mondo.

Criptovalute: Bitcoin a $ 100000 nel 2020, target dalla prigione
apk