Inflazione

Inflazione, aumento generalizzato dei prezzi

L'inflazione è uno stato dell'economia reale, che vede l'aumento generalizzato del livello dei prezzi in un dato periodo di tempo. Questo, genera, a parità di condizioni, una diminuzione del potere d'acquisto della moneta nazionale. Se si eleva infatti il prezzo dei beni in commercio, ogni unità di moneta potrà acquistare un quantitativo inferiore di assets e i compratori vedranno "eroso" il proprio potere contrattuale.

Storia ed effetto dell'inflazione

Il termine inflazione deriva dal verbo latino "inflatio" ovvero "gonfiato" e, in economia, si riferisce al maggiore livello medio dei prezzi.
Per quanto la storia presenti casi di inflazione risalenti addirittura ai tempi dell'antico regno egizio e sumero, le economie di ogni tempo non sono mai state in grado di gestire tale fattore a piacimento o di avere per le mani strumenti assolutamente validi a modificarne l'ammontare.

L'effetto che l'inflazione ha sul mercato reale è stata a lungo studiata. Come dimostrato dagli studi condotti a seguito della prima Guerra Mondiale, la spirale inflazionistica era divenuta così rilevante che non appena la gente era in possesso di nuovo denaro, provvedeva immediatamente ad acquistare i beni di cui necessitava, onde evitare che l'incremento dell'inflazione portasse ad un ulteriore diminuzione del proprio potere d'acquisto. In tal modo il ciclo degli acquisti cresceva a mano a mano con l'inflazione.

Dal canto opposto, un caso di diminuzione dell'inflazione (fino al raggiungimento di una situazione deflattiva) porta ad un abbassamento generalizzato dei prezzi che, a dispetto da quanto si possa pensare, non agevola l'acquisto: la diminuzione dei costi d'acquisto fa nascere la convinzione che un ulteriore sconto di prezzo sia alle porte, dilungando i termini della compravendita.

3 tipi di inflazione

Nello studio macroeconomico, tra le principali cause alla base dell'inflazione vi sono:

-livello della domanda, il cui eccesso o la cui crescita sostanziale porta, a parità d'offerta, ad un aumento dei prezzi (Teoria keynesiana)
-livello dei costi, in cui un incremento dei costi di produzione conduce naturalmente ad un incremento del costo del prodotto finito (Teoria di Phillips).
-livello della moneta, che, portato ad una soglia di espansione esagerata (e dunque ad una diminuzione del valore intrinseco della moneta) determina un incremento apparente del danaro in portafoglio, creando incentivo all'acquisto. Questo accresce la domanda, che a sua volta accresce l'inflazione.
A tal proposito, secondo la scuola austriaca, inflazione significa proprio aumento della base monetaria, da cui poi consegue direttamente un incremento dei prezzi.
La crescita della base monetaria, inoltre, può essere a sua volta determinata da una ricerca di svalutazione della divisa nazionale (volta a rendere più competitiva a livello di import l'economia locale); questo può generare a sua volta un maggiore livello dell'inflazione interna.

Pro e contro dell'inflazione

Sul mercato finanziario, l'incremento dell'inflazione comporta un maggiore interesse nei confronti dell'acquisto di beni rifugio, in grado di preservare nel tempo il proprio valore intrinseco.

Tra gli effetti negativi peggiori vi è invece quello legato al rapporto tra costo del lavoro ed inflazione: un incremento della produzione e dell'occupazione porta necessariamente ad una necessità di contenimento del costo del lavoro, che finirebbe altrimenti per annullare l'effetto positivo dato dallo sviluppo del business. Il perseguimento di una politica volta all'aumento dell'occupazione assieme con la bassa inflazione non è concepibile nella natura economica e le politiche monetarie dovranno dunque esser spinte a ricercare strade alternative per far sì che i maggiori costi non vanifichino l'incremento della produzione.

Per maggiori informazioni: INFLAZIONE



L'inflazione sale il mercato no: attesa sul rialzo Fed di marzo

Mercati che confermano scambi sottili, aspettative tiepide nell'immediato, poca partecipazione.

L'inflazione sale il mercato no: attesa sul rialzo Fed di marzo

Ftse Mib in calo al giro di boa: troppe incertezze sui mercati

La mattinata era partita con una certa dose di vitalità che però, con il trascorrere del tempo, ha portato il mercato italiano a cambiare idea. Intanto aumentano le paure a livello internazionale.

Ftse Mib in calo al giro di boa: troppe incertezze sui mercati

Il disastro finanziario alle porte dell'Europa

Il 2016 è stato per Ankara un vero e proprio annus horibilis, sotto tutti i punti di vista. Purtroppo il 2017 non sembra cambiare di molto le sorti della nazione, a cominciare dal fronte valutario.

Il disastro finanziario alle porte dell'Europa

Cresce l'inflazione (e la rabbia per il QE) in Germania

Inflazione tedesca: +1,7% nel 2016 e ben +1,9% tendenziale a gennaio, secondo le stime provvisorie dell'ufficio federale di statistica.

Cresce l'inflazione (e la rabbia per il QE) in Germania

Bce conferma status quo. Draghi fotocopia di se stesso

il costo del denaro resta fermo a zero nell'area euro, il tasso sui depositi resta negativo a -0,40%, confermato anche il tasso marginale a +0,25%.

Bce conferma status quo. Draghi fotocopia di se stesso

Inflazione, Trump, crisi euro: tutti i problemi di Draghi

La BCE non dovrebbe annunciare cambi di direzione sostanziali nel programma di stimoli, ma cresce la pressione dei falchi nel board.

Inflazione, Trump, crisi euro: tutti i problemi di Draghi

A gennaio resta positivo il sentiment degli investitori

Restano positive le attese degli investitori professionali sui prossimi mesi, secondo il "Sentiment Index", il sondaggio mensile di CFA Italy in collaborazione con Il Sole 24 Ore Radiocor Plus.

A gennaio resta positivo il sentiment degli investitori

Conferma ufficiale: Italia in deflazione nel 2016

Alla fine della mattinata Piazza Affari registra un leggero passivo dello 0,06%, il Dax di Francoforte alle 12.30 vedeva un segno meno dello 0,4%, il Cac40 dello 0,2% e il Ftse 100 girava intorno alla parità.

Conferma ufficiale: Italia in deflazione nel 2016

Bloomberg: 8 temi per capire cosa sta succedendo sui mercati

Bloomberg pubblica 8 grafici commentati che forniscono indicazioni sui grandi temi in grado di condizionare la scena finanziaria del 2017.

Bloomberg: 8 temi per capire cosa sta succedendo sui mercati

Nomura lancia l'allarme 2017: attenti a questi 10 Cigni Grigi

Dieci eventi improbabili, e dunque lasciati ai margini negli scenari tracciati dalla comunità degli analisti, che potrebbero impattare sul 2017.

Nomura lancia l'allarme 2017: attenti a questi 10 Cigni Grigi

Petrolio e Opec: pericolo shale sempre in agguato. Le previsioni

L'Opec ha trovato un'intesa, sempre che questa venga poi rispettata. Ma non è la sola incognita all'orizzonte: lo shale è sempre in agguato. Le previsioni di Carlo Vallotto Analista tecnico finanziario ed esperto nel settore delle commodities.

Petrolio e Opec: pericolo shale sempre in agguato. Le previsioni

Attenti, l'inflazione arriverà ma non sarà quella buona

Paradossalmente è proprio il tipo di inflazione che l'accordo Opec porta con sé, cioè un'inflazione importata senza alcun miglioramento dell'economia.

Attenti, l'inflazione arriverà ma non sarà quella buona

La mappa delle scommesse vincenti per il 2017 secondo Goldman

Le prospettive di crescita globale del Pil potrebbero oscillare tra un +3% per il 2016 e un +3,5% per il 2017, un dato che, sebbene migliore di quanto gli antefatti avevano suggerito, non esclude gli impatti di una moneta Usa forte sull'economia mondiale e in particolare sugli emergenti.

La mappa delle scommesse vincenti per il 2017 secondo Goldman

Draghi: per le banche il problema resta la profittabilità

Si rafforzano i segnali che il board della Banca Centrale Europea si sta preparando ad estendere il programma di Quantitative Easing oltre la scadenza.

Draghi: per le banche il problema resta la profittabilità

Goldman Sachs: ecco la mappa per investire nel 2017

Un team di ricerca della casa d'affari statunitense mette a punto un decalogo dei temi e delle tendenze che gli investitori dovranno tenere presenti nel 2017.

Goldman Sachs: ecco la mappa per investire nel 2017

Cambia il vento e Piazza Affari inverte la rotta in negativo

Alle 13 Piazza Affari registrava un risultato pari a - 0,68% sullo sfondo di un'Europa che sempre alle 13 vedeva il Dax a 0,16%, il Cac40 a 0,21% e il Ftse 100 di Londra a 0,3%.

Cambia il vento e Piazza Affari inverte la rotta in negativo
apk