Inflazione

Inflazione, aumento generalizzato dei prezzi

L'inflazione è uno stato dell'economia reale, che vede l'aumento generalizzato del livello dei prezzi in un dato periodo di tempo. Questo, genera, a parità di condizioni, una diminuzione del potere d'acquisto della moneta nazionale. Se si eleva infatti il prezzo dei beni in commercio, ogni unità di moneta potrà acquistare un quantitativo inferiore di assets e i compratori vedranno "eroso" il proprio potere contrattuale.

Storia ed effetto dell'inflazione

Il termine inflazione deriva dal verbo latino "inflatio" ovvero "gonfiato" e, in economia, si riferisce al maggiore livello medio dei prezzi.
Per quanto la storia presenti casi di inflazione risalenti addirittura ai tempi dell'antico regno egizio e sumero, le economie di ogni tempo non sono mai state in grado di gestire tale fattore a piacimento o di avere per le mani strumenti assolutamente validi a modificarne l'ammontare.

L'effetto che l'inflazione ha sul mercato reale è stata a lungo studiata. Come dimostrato dagli studi condotti a seguito della prima Guerra Mondiale, la spirale inflazionistica era divenuta così rilevante che non appena la gente era in possesso di nuovo denaro, provvedeva immediatamente ad acquistare i beni di cui necessitava, onde evitare che l'incremento dell'inflazione portasse ad un ulteriore diminuzione del proprio potere d'acquisto. In tal modo il ciclo degli acquisti cresceva a mano a mano con l'inflazione.

Dal canto opposto, un caso di diminuzione dell'inflazione (fino al raggiungimento di una situazione deflattiva) porta ad un abbassamento generalizzato dei prezzi che, a dispetto da quanto si possa pensare, non agevola l'acquisto: la diminuzione dei costi d'acquisto fa nascere la convinzione che un ulteriore sconto di prezzo sia alle porte, dilungando i termini della compravendita.

3 tipi di inflazione

Nello studio macroeconomico, tra le principali cause alla base dell'inflazione vi sono:

-livello della domanda, il cui eccesso o la cui crescita sostanziale porta, a parità d'offerta, ad un aumento dei prezzi (Teoria keynesiana)
-livello dei costi, in cui un incremento dei costi di produzione conduce naturalmente ad un incremento del costo del prodotto finito (Teoria di Phillips).
-livello della moneta, che, portato ad una soglia di espansione esagerata (e dunque ad una diminuzione del valore intrinseco della moneta) determina un incremento apparente del danaro in portafoglio, creando incentivo all'acquisto. Questo accresce la domanda, che a sua volta accresce l'inflazione.
A tal proposito, secondo la scuola austriaca, inflazione significa proprio aumento della base monetaria, da cui poi consegue direttamente un incremento dei prezzi.
La crescita della base monetaria, inoltre, può essere a sua volta determinata da una ricerca di svalutazione della divisa nazionale (volta a rendere più competitiva a livello di import l'economia locale); questo può generare a sua volta un maggiore livello dell'inflazione interna.

Pro e contro dell'inflazione

Sul mercato finanziario, l'incremento dell'inflazione comporta un maggiore interesse nei confronti dell'acquisto di beni rifugio, in grado di preservare nel tempo il proprio valore intrinseco.

Tra gli effetti negativi peggiori vi è invece quello legato al rapporto tra costo del lavoro ed inflazione: un incremento della produzione e dell'occupazione porta necessariamente ad una necessità di contenimento del costo del lavoro, che finirebbe altrimenti per annullare l'effetto positivo dato dallo sviluppo del business. Il perseguimento di una politica volta all'aumento dell'occupazione assieme con la bassa inflazione non è concepibile nella natura economica e le politiche monetarie dovranno dunque esser spinte a ricercare strade alternative per far sì che i maggiori costi non vanifichino l'incremento della produzione.

Per maggiori informazioni: INFLAZIONE



Torna la paura sui mercati. E per gli analisti presto aumenterà

Le osservazioni degli analisti si concentrano sul settore dei bond e i timori potrebbero non essere smentiti dai numeri, quelli del rendimento medio che ha visto un balzo nelle ultime ore da parte di tutte le obbligazioni.

Torna la paura sui mercati. E per gli analisti presto aumenterà

Bce: tutto come previsto

Tutto come previsto e su tutti i fronti: tassi tutti invariati, acquisti mensili confermati a 80 miliardi di euro sino alla fine di marzo 2017, o anche oltre se necessario.

Bce: tutto come previsto

Sui mercati le paure dell'Europa si fondono con quelle Usa

Dopo una partenza positiva Piazza Affari vira in rosso con un risultato che verso le 11 raggiunge -0,7% per poi trasformarsi in un -1% intorno alle 13

Sui mercati le paure dell'Europa si fondono con quelle Usa

Telegraph: Draghi non ha più armi. Qe (ed Europa?) alla fine?

La sensazione più distinta è che ormai, dopo i sempre più numerosi report che evidenziano dati macro tiepidi e spesso contraddittori a distanza di poco tempo gli uni dagli altri, le politiche delle banche centrali abbiano esaurito le rispettive forze.

Telegraph: Draghi non ha più armi. Qe (ed Europa?) alla fine?

L'Eurozona cresce a passo di lumaca. BCE di nuovo in azione?

I nuovi dati di Markit sul PMI europei registrano un rallentamento della crescita in area euro. Aumentano così le probabilità che la BCE comunichi già nella riunione dell'8 settembre le decisioni sui nuovi stimoli. Dove puntare in una situazione così fluida?

L'Eurozona cresce a passo di lumaca. BCE di nuovo in azione?

Venezuela: un milione in piazza contro Maduro. E' il caos

I numeri dell'economia nazionale registrano una crescita negativa pari a -10% per il 2015 e un'inflazione che a fine 2016 arriverà al 1000%.

Venezuela: un milione in piazza contro Maduro. E' il caos

La deflazione non demorde. La Bce inizia a non bastare più

Inflazione ancora debole, ancora di più quella core che è addirittura indietreggiata arrivando a 0,8% dal precedente 0,9%

La deflazione non demorde. La Bce inizia a non bastare più

Come investire su mercati che non danno certezze?

Stabilità senza certezze. Questa l'idea che PIMCO ha della situazione sui mercati attuali.

Come investire su mercati che non danno certezze?

Rialzo tassi Fed a settembre? Le risposte degli analisti

Le parole di William Dudley, presidente della Fed di New York e quelle di Dennis Lockhart, Presidente della Fed di Atlanta che parlano di rialzi in arrivo, sembrano una nota fuori dal coro, improvvisa, forse anche troppo.

Rialzo tassi Fed a settembre? Le risposte degli analisti

Brasile al collasso. Tutti i numeri delle Olimpiadi del caos

Lo stato di Rio, che ospita le Olimpiadi, ha dichiarato da tempo fallimento. Bloccati gran parte dei servizi, compresi quelli per la sicurezza con poliziotti al minimo e senza stipendio. Intanto il villaggio olimpico non è nemmeno stato completato e molte delegazioni andranno in albergo a spese proprie.

Brasile al collasso. Tutti i numeri delle Olimpiadi del caos

BoE: QE aumentato e taglio sui tassi. La Recessione ora fa paura

La BoE sceglie di tagliare i tassi portandoli allo 0,25% dal precedente minimo storico di 0,5% e varando allo stesso tempo nuove misure di sostegno con acquisti di corporate bond per circa 10 miliardi di sterline e l'aumento del Qe di 6 miliardi.

BoE: QE aumentato e taglio sui tassi. La Recessione ora fa paura

Bce: la ripresa c'è. Ma ci sono ancora problemi

I dati del Bollettino della Bce pubblicati oggi sono tiepidi: ripresa che c’è ma con prospettive di un recupero moderato con un export modesto. Sullo sfondo una “domanda interna sostenuta dalle misure di politica monetaria”.

Bce: la ripresa c'è. Ma ci sono ancora problemi

Mercati ed economia: aumentano le paure. Anche dai G20

I rappresentanti dei G20, riuniti nella città cinese di Chengdu, hanno parlato di Brexit (e sue conseguenze), di terrorismo, migranti e rallentamento della crescita internazionale.

Mercati ed economia: aumentano le paure. Anche dai G20

Draghi: banche ora più solide, il nodo sono i Npl

Confermati gli 80 miliardi del QE e i tassi ai minimi storici. Dal punto di vista della solvibilità attualmente il sistema europeo, secondo Draghi, è più sicuro rispetto al recente passato.

Draghi: banche ora più solide, il nodo sono i Npl

BlackRock: bassa crescita sarà lunga. Molto. Gli scenari

L'ottimismo ha il fiato sempre più corto sui mercati e i rally tendono a nascere, crescere e morire, spinti più che altro dalla speculazione e da fiammate tanto repentine quanto inconsistenti.

BlackRock: bassa crescita sarà lunga. Molto. Gli scenari

Fed&Tassi: le 3 cose da monitorare

La Federal Reserve è da tempo in lotta tra la necessità di dover rialzare i tassi di interessi e l'impossibilità di farlo, dettata dalle numerose fonti di incertezza a livello sia interno che internazionale, non ultima la Brexit. Prima di farlo ha bisogno di tre certezze.

Fed&Tassi: le 3 cose da monitorare
apk