S&P 500

S&P 500, il paniere azionario statunitense ad alta capitalizzazione

L’indice S&P 500, forma contratta di Standard & Poor’s 500, è un paniere azionario statunitense, che include al suo interno le 500 maggiori società per capitalizzazione attive sulla piazza (e quotate sui listini del New York Stock Exchange - NYSE, dell’American Stock Echange - Amex e del NASDAQ). Grazie al metodo di calcolo ponderato (per capitalizzazione di mercato) e all’inclusione ciclica di nuovi settori ed attività, l’indice è stato definito dal National Bureau of Economic Research come il migliore indicatore dell’economia statunitense nel suo insieme.

Le origini dello S&P 500

L’idea dell’S&P 500 nasce nel 1923, ma solo il 4 marzo del 1957 l’indice diviene operativo. Nel settembre del 1962 Standard & Poor’s stringe accordi con Ultronic Systems Corp.; da allora iniziano ad essere calcolati l’indice S&P 500 Stock Composite, il 425 Stock Industrial Index, the 50 Stock Utility Index e il 25 Stock Rail Index.
Nell’agosto dell’82, lo S&P 500 giunge a toccare quota 102,42; arriverò poi ad un massimo relativo nel marzo del 2000, raggiungendo quota 1552,87, nel periodo della bolla del dot.com. Quest’ultima porterà l’indice a perdere circa il 50% nell’ottobre del 2002 (a 768,63 dollari).

Sempre nel 1982 venne introdotto il future sull’S&P 500, contrattato sul CME (Chicago Mercantile Exchange), strumento utilizzato per lo più dai gestori di fondi per replicare l’andamento del benchmark e per coprirsi dai rischi del mercato USA.

La crisi 2007-2008 e i massimi di periodo

Il paniere delle migliori 500 società maggiormente capitalizzate del mercato USA ha risentito delle dinamiche degli anni 2007-2008, in cui lo scoppio della crisi dei mutui sub prime ed il fallimento di Lehman Brothers hanno abbattute ogni tipologia di asset e quotazione sul mercato.
Dal marzo 2009 (con l’inizio del primo Quantitative Easing) e l’uscita dal periodo di recessione per gli Stati Uniti, l’S&P 500 è passato dal quotare 683 dollari, ai 1818 del dicembre 2013, in rialzo del 166%.
Il 23 maggio l’indice chiude per la prima volta al di sopra dei 1900 dollari.

Composizione e performance recenti

Nell’elenco dei 500 maggiori titoli per capitalizzazione inclusi nell’S&P 500 (la cui composizione varia periodicamente, rispecchiando l’andamento di mercato), sono da notare i più recenti ingressi di alcuni colossi della piazza finanziaria. Tra questi, BlackRock (aprile 2011), Chipotle (aprile 2011), Tripadvisor (dicembre 2011), Fossil Inc. (aprile 2012), Garmin (dicembre 2012), General Motors (giugno 2013), Delta Airlines (settembre 2013), Facebook (dicembre 2013), Google (aprile 2014).

Sugli ultimi 20 anni, il total return dell’indice ha registrato i risultati peggiori nel 2001 (-11,89%), nel 2002 (-22,10%) e nel 2008 (-37%).
Le migliori performance sono state invece quelle del 1995 (+37,58%), del 1997 (+33,36%), del 1998 (+28,58%), del 2003 (+28,68%), del 2009 (+26,46%) e del 2013, quando l’indice ha totalizzato un rialzo del 32,39%.

Tra i migliori ETFs a disposizione sul mercato vi sono: iShares Core S&P 500 (IVV), SPDR S&P 500 (SPY) e Vanguard S&P 500 (VOO).

Per maggiori informazioni: S&P 500



Wall Street: eBay e Snap trimestrale e guidance, disco verde

eBay: utili e ricavi Q1 2019 oltre le attese, luce verde pure sulla guidance. Snap Inc., fatturato primo trimestre ben oltre le attese. Tutti i numeri da Wall Street.

Wall Street: eBay e Snap trimestrale e guidance, disco verde







Wall Street: 3 Titoli sullo Shuttle, pronti al decollo con il 5G

Le prospettive del 5G negli Stati Uniti. Tassi di crescita impressionanti attesi per i chipset 5G dal 2020 al 2026. 3 Titoli USA ben posizionati con lo standard cellulare di nuova generazione.

Wall Street: 3 Titoli sullo Shuttle, pronti al decollo con il 5G

Wall Street 10 titoli over the top da comprare, non lasciare più

I consigli di InvestorPlace, 10 titoli da acquistare e da conservare per sempre, da AT&T a Colgate-Palmolive, e passando per la holding di Warren Buffett.

Wall Street 10 titoli over the top da comprare, non lasciare più

Wall Street, investire dopo le feste: i Buy da Microsoft a Pepsi

Wall Street: Buy su Microsoft (MSFT) in attesa della trimestrale. Bocciato Morgan Stanley nonostante i buoni conti. View opposte su Ecolab.

Wall Street, investire dopo le feste: i Buy da Microsoft a Pepsi

Wall Street: ritorno a Pasquetta, cin cin Pinterest e Zoom Video

Dow Jones, vendite sui titoli farmaceutici. Bene Honeywell International dopo i conti, alza guidance. IPO NYSE e Nasdaq: esordio col botto per Zoom Video, molto bene anche Pinterest. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street: ritorno a Pasquetta, cin cin Pinterest e Zoom Video

Forex: analisi tecnica della giornata

La nostra valutazione: Posizioni corte sotto 1,1305 con target a 1,1275 e 1,1260 in estensione.

Forex: analisi tecnica della giornata

Piazza Affari ha spazio e tempo per salire. I titoli appetibili

Per il Ftse Mib ci può anche essere qualche correzione, ma la forza rialzista ci accompagnerà ancora per qualche settimana. L'analisi e i suggerimenti operativi di Eugenio Sartorelli.

Piazza Affari ha spazio e tempo per salire. I titoli appetibili

Wall Street: caccia grossa al dividendo, 10 azioni imperdibili

Azioni USA, come selezionare i dividendi più interessanti. Wall Street, 10 titoli con crescita della cedola da non perdere, da United Technologies a Genuine Parts.

Wall Street: caccia grossa al dividendo, 10 azioni imperdibili

Wall Street: bussola orientata sui decimali, frizzante PepsiCo

Dow Jones, tiro al bersaglio su IBM. Nasdaq, Netflix chiude gli scambi in rosso. Trimestrale PepsiCo non tradisce le attese. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street: bussola orientata sui decimali, frizzante PepsiCo

Forex: analisi tecnica della giornata

La nostra valutazione: Posizioni lunghe sopra 1,1280 con target a 1,1310 e 1,1325 in estensione.

Forex: analisi tecnica della giornata

Ftse Mib: nuovi rialzi con appeal dividendi? I titoli buy e sell

Il Ftse Mib potrebbe continuare a salire fino allo stacco cedole, malgrado la tensione dell'ipercomprato. Quali i titoli da cavalcare ancora? Ce lo dice Sante Pellegrino.

Ftse Mib: nuovi rialzi con appeal dividendi? I titoli buy e sell

Wall Street: IBM, Netflix rivedibili sui conti, mezza bocciatura

International Business Machines, fatturato Q1 2019 al di sotto delle attese. Netflix, la guidance sugli utili Q2 2019 è molto ma molto soft. Tutti i numeri da Wall Street.

Wall Street: IBM, Netflix rivedibili sui conti, mezza bocciatura
apk