Se Fido sta male, sono dolori, sia perché il nostro amico a quattro zampe sta soffrendo, sia perché noi soffriremo dopo ancor di più per saldare il conto del veterinario.

Se avete un cane o un gatto, scongiuriamo che nel corso della loro vita stiano male, ma come noi esseri umani, potrebbe capitare. Non solo potrebbe capitare anche che i nostri amici pelosi possano creare un danno a terzi, o ai nostri beni materiali.

Se dovesse succedere, in base al problema potremmo dover tirare fuori una discreta cifra economica magari non preventivata per sopperire alle loro cure, o al riasrcimento di un danno, alla loro fisioterapia a seguito di un intervento chiururgico, ecco dunque arrivare in supporto le assicurazioni per animali domestici ovvero quelle assicurazioni definite sanitarie sia per cane che per gatto e che tutte le maggiori compagnie assicurative coprono con prodotti specifici e studiati appositamente.

Cosa significa stipulare una polizza che ha come oggetto una copertura per animali domestici?

Come riportato dal sito www.24orenews.it

"Stipulare una polizza assicurativa per il nostro amico a quattro zampe significa garantirgli una copertura ovunque esso si trovi, sia in casa sia fuori. Pensiamo ad esempio a quando lo portiamo con noi in vacanza o anche più semplicemente quando usciamo con lui per una passeggiata. La copertura riguarda sia gli eventi accidentali di cui l’animale può ritrovarsi ad essere vittima, sia quelli che lui stesso potrebbe provocare a terze persone."

Senza contare che è sempre più vasto il numero di coloro che decidono di passare una parte della propria vita in compagnia di fedeli compagni di avventura. Riportiamo quanto ad esempio cita il sito consumatori.it

"Gli animali da compagnia delle famiglie italiane hanno raggiunto nel 2018 quota 60.400.000 secondo il rapporto annualmente redatto da Assalco-Zoomark. Di questo vasto insieme, che vede al primo posto per numero pesci e uccellini, fanno parte 7 milioni e mezzo di gatti e circa 7 milioni di cani. Ed è soprattutto alla salute e alla tutela di cani e gatti che è dedicata la maggior parte delle soluzioni assicurative sul mercato per chi non vuole correre rischi ed essere pronto ad affrontare economicamente ogni tipo di imprevisto."

Sul sito Assalco.it è possibile leggere il rapporto Assalco - Zoomark nel testo completo per avere maggiori delucidazioni.

Come funzionano dunque le assicurazioni per cane e gatto?

Assicurazione animali domestici cosa è e come funziona

L'assicurazione sanitaria per cane e gatto funziona esattamente come una normale polizza assicurativa. Viene stipulata dal proprietario il quale per legge è a tutti gli effetti responsabile dell’animale.

Qualsiasi problematica dovesse verificarsi è inafatti il proprietario che ne risulta il referente abituale.

L’assicurazione in questione, sottoscrive un vero e proprio contratto assicurativo che può venire pagato con un premio, esattamente come succede per le assicurazioni auto attraverso una cadenza mensile, trimestrale, semestrale o annuale. 

La scelta dipende dalla formula per la quale opta il proprietario, il valore del premio come in tutte le assicurazioni varia in funzione delle formule e della loro quantità che si decide di siglare o in base alle garanzie che si vogliono aggiungere nel piano di copertura scelto.

Un dato non da poco, e comunque rilevante, è il massimale che come per tutte le tipologie di assicurazione, qui non è altro che la cifra massima predisposta dall’assicurazione che la stessa elargirà qualora il nostro amico dovesse procurare danni o subirli (spese veterinarie incluse). 

Chi possiede un animale di razza, potrebbe nella fattispecie avere un massimale differente, solitamente più alto rispetto a quello previsto per cani e gatti di razza mista. Altra considerazione da fare quando si decide di optare per un’assicurazione e da non sottovalutare.

Assicurazione animali domestici cosa copre

Cosa copre esattamente una assicurazione per animali domestici?

Iniziamo con la Responsabilità civile degli animali domestici.

Si tratta di una garanzia di RC che come per il settore auto serve a tutelare soggetti terzi da danni provocati dal nostro animale.

Supponiamo sia oggettivamente più idonea ai proprietari di cani, che di gatti, a meno che il nostro felino non abbia propriamente il vizio di comportarsi come una pantera e di farsi le unghie sui nostri oggetti o i nostri amici.

In ogni caso si tratta di un’assicurazione che interviene in tutte quelle occasioni in cui il nostro cane o il nostro gatto possono procurare danni sia all’interno della famiglia che all’esterno.

La tutela non è solamente dedicata alle persone, esiste infatti una tutela che può interessare i beni materiali, ma anche quella che tende a risarcire i danni fisici provocate ad esempio ai piccoli della famiglia o a terze persone che dovressero transitare all'interno dell'abitazione ma soprattutto all'esterno.

La copertura se presente, tutela anche ad esempio il nostro dog sitter o cat sitter quando non ci siamo e affidiamo loro l’onere di gestire in nostra assenza Fido o Miao per accudirlo nella sua giornata.

Nel caso della Rc per animali domestici che si comporta come una Rc auto, si può prevedere anche la tutela legale se opportunamente scelta. Si tratta di un ulteriore garanzia a pagamento che serve ad ottenere un rimborso nel caso si debbano sostenere spese giudiziarie dovute all’apertura di una causa per danni in cui il contenzioso non si sia risolto tra le parti.

Prima di sottoscrivere una polizza che copra un’assicurazione per animali domestici, sempre e in ogni caso è importante accertarsi che il nostro animale rientri tra le specie per le quali esiste la copertura. Non esistono più liste di animali pericolosi, ma molte assicurazioni fanno ancora riferimento alla tipologia della razza se il cane è di razza, o alla taglia.

Molti sono stati infatti i mancati rimborsi da parte delle compagnie assicurative per le contestazioni derivate dall’aver letto il contratto in modo superficiale e frettoloso, senza considerare la razza di appartenenza e la sua effettiva possibilità di copertura.

Assicurazione animali domestici: spese veterinarie, interventi ed esami diagnostici

Le spese veterinarie per interventi o per esami diagnostici sono tra le prime voci di spesa all’interno di una famiglia che possieda un animale d’affezione.

Tutti coloro che possiedono un cane soprattutto, ma anche un gatto, sanno che anche se i nostri animali dovessero essere in salute, gli esami o le vaccinazioni obbligatorie, restano comunque una spesa da sostenere a carico della famiglia.

Come voce rientrano tra le prime coperture richieste, proprio perché in caso soprattutto di interventi e cure, possiamo dover sborsare davvero ingenti costi verso il nostro veterinario.

Ci sono assicurazioni che forniscono assistenza e supporto anche per visite di routine o vaccinazioni. 

In certi casi alcune assicurazioni optano nell’offrire copertura se si utilizzano specifici centri veterinari convenzionati e da loro direttamente segnalati. Questo permette di affidarsi a centri di cura oppurtunamente forniti dalla compagnia che non attiveranno spese supplementari.

Tali coperture vengono incontro al proprietario anche se per esempio Fido subisce un intervento chirurgico in cui è previsto l’acquisto di protesi, per l’acquisto dei medicinali post cura, per eventuali trattamenti necessari prima e dopo il ricovero. Queste sono solitamente le spese maggiori che purtroppo possono capitare.

La copertura la maggior parte delle volte supporta anche in caso di necessità di fisioterapia post intervento, oppure coprono la degenza in clinica attraverso una diaria con contributi giornalieri fino a un massimo di “tot” giorni (solitamente tra i 5 e i 7 giorni) stabiliti durante l’acquisto della polizza tra l'acquirente e il pacchetto assicurativo.

Assicurazione animali domestici: geolocalizzazione

Non tutte la offrono, ma la concorrenza tra competitor registra sempre nuove opzioni di offerta utili, talvolta sono sconti, in altre occasioni sono curiose soluzioni come ad esempio la geolocalizzazione tramite collare satellitare.

Tra app e collari satellitari, la geolocalizzazione di Fido o Miao può essere utile quando tendono ad essere troppo indipendenti e autonomi, quando sono soliti scappare, quando sentono la primavera e decidono di andare a farsi un giretto.

Se non desideriamo perdere le loro tracce, dovessero mai scappare entra in gioco la tecnologia in supporto.

Alcune assicurazioni offrono spesso gratuitamente come offerta se viene stipulata una polizza, un collare di tracciamento satellitare geolocalizzato che associato ad un app, ne traccia gli spostamenti e serve a ritrovare il nostro amico in un raggio prestabilito quando nel frattempo si è andato a fare una passeggiata in giro per il quartiere. 

Perché stipulare un'Assicurazione per animali domestici

L’assicurazione che tutela gli animali domestici non è obbligatoria. Semmai è utile in caso di danni o spese mediche veterinarie da sostenere.

I nostri amici a quattro zampe sono parte della nostra famiglia e hanno necessità di cure dovute a infortuni, malattie, fisioterapie esattamente come noi umani. 

Tralasciare questo aspetto se si decide di adottare un animale domestico è fuori da ogni logica. Se desideriamo vivere serenamente anche l’imprevisto che potrebbero causare in casa o fuori ai componenti della nostra e delle altrui famiglie, stipulare un’assicurazione per cani e gatti è la cosa più logica da fare.

Come per tutto è bene considerare le specifiche dei contratti, le norme, le coperture, le esclusioni, i massimali e le tempistiche di risarcimento. Esattamente come faremmo se dovessimo assicurare la nostra automobile.

Considerare le franchigie, l’età dell’animale domestico che potrebbe essere un discrimine, magari potremmo considerare di includere anche i viaggi tra gli spostamenti da assicurare. 

Qualsiasi formula sceglieremo è per il bene dei nostri “amici pelosi” e per quello di chi ci sta intorno. Una formula di senso civico da non sottovalutare.