Che le condizioni climatiche siano profondamene cambiate, purtroppo è una realtà fin troppo evidente. Non servono chissà quali studi scientifici per comprenderlo, basta semplicemente prestare attenzione a quanto siano sempre più numerose le notizie che ormai, quasi giornalmente, ci vengono riferite dai telegiornali circa gli eventi climatici che sono sempre più violenti: temporali, grandinate, raffiche di vento, alluvioni, terremoti.

A seguito di questi eventi catastrofici molte volte si è stati costretti a diramare emergenze meteo, e sebbene alcune volte questo si sia riuscito a farlo anche con sufficiente anticipo, non per questo le conseguenze prodotte sono state meno pesanti.

Ecco perché a fronte di tutto questo, proteggere la propria abitazione è diventato sempre più importante, e in nostro aiuto, è venuto efficacemente il mercato assicurativo che è intervenuto con dei prodotti specifici proprio a protezione della nostra abitazione contro questi disastri ambientali.

Ci stiamo nello specifico, riferendo all’assicurazione casa contro gli eventi atmosferici che, se dapprima veniva considerata solo come una copertura scarsamente appetibile da chi voleva acquistare una protezione per la propria abitazione, ad oggi è diventata un’importante componente che sempre più spesso viene aggiunta nella composizione della copertura assicurativa della propria abitazione.

Questo perché di base, questa garanzia accessoria offre cose fondamentali, ossia la protezione dai danni che vengono causati da tutti gli eventi atmosferici di forte entità, il rimborso delle spese che derivano proprio da questi eventi dannosi e in ultimo, tutta un serie di garanzie accessorie che possono essere aggiunte per personalizzare ancora di più il livello di copertura.

Andiamo adesso nel dettaglio a descrivere cosa di fatto è, e cosa tutela questo tipo di protezione.

Assicurazione casa eventi atmosferici: che cosa è e cosa copre

L'assicurazione casa che protegge dagli eventi atmosferici, è una polizza assicurativa che copre tutti i proprietari degli immobili per i rischi connessi agli eventi atmosferici andando a risarcire per questo i danni che questi abbiano causato sia alle loro abitazioni che ai beni di proprietà di terze persone.

Nello specifico risultano coperti tutti di danni che sono prodotti da:

-forti nevicate che provochino con il loro carico crolli o rotture di tetti;

- forti piogge, fulmini, grandinate o tormente di neve;

- cadute di sassi e frane di rocce.

In aggiunta, questa assicurazione offre ristoro per i canoni di affitto che sono stati totalmente o parzialmente persi in quanto non pagati dagli inquilini danneggiati, così come coperte saranno tutte le spese sostenute per eventuali perizie fatte per cercare di ridurre i danni ambientali.

Per approfondire, si veda il video riportato di seguito, tratto dal canale (687) Daniele Stroppiana - YouTube.

Assicurazione casa eventi atmosferici: garanzie accessorie

Oltre alle coperture principali, la polizza casa può prevedere l’inserimento di tutta una serie di garanzie accessorie che possono arrivare a coprire anche altri danni. In dettaglio queste garanze accessorie possono coprire:

- le perdite di denaro o di beni relative alle attività professionali;

- i danni prodotti da acqua piovana o dal disgelo a causa di grondaie ostruite;

- i danni causati a tende da sole, vetrate e a qualunque altro impianto esterno;

- i danni per il gelo e i danni per allagamenti;

- ogni altro costo che si deve sostenere per rispettare gli obblighi imposti dalle autorità.

Assicurazione casa eventi atmosferici: durata contratto e premi

Dunque alla luce di quanto detto, questa polizza va a proteggere i danni imprevisti che gli eventi atmosferici possono causare tanto all’interno che all’esterno dell’immobile.

Questa assicurazione può avere poi una durata annuale o pluriennale e il pagamento del premio può essere articolato in diverse modalità nel senso che si può pagare in modo anticipato o posticipato, con cadenza annuale oppure frazionata nel corso dell’anno per cui semestrale, trimestrale, e così via.

È indubbio che una polizza di questo tipo, a fronte di un premio che potremmo sicuramente definire contenuto, va a mettere al riparo l’assicurato dalle conseguenze economiche di eventi che sicuramente lo stesso non sarebbe in grado di affrontare da solo con le proprie risorse monetarie.

Assicurazione casa eventi atmosferici: costo

Allo scopo di definire il costo e dunque il premio di questa polizza, bisogna fare una premessa doverosa. Dobbiamo innanzitutto dire che il costo di una polizza di questo tipo non è noto a priori e non può essere uguale per tutti gli assicurati, in quanto al suo ammontare concorrono diversi elementi quali:

- il valore dell’immobile e le sue dimensioni;

- la zona dove si trova questo immobile se è classificata come ad alto o a basso rischio;

- il periodo di costruzione dell’immobile, ossia se si tratta di un immobile di nuova costruzione o di costruzione più datata nel tempo;

- dalla presenza nel contratto di massimali ed eventuali franchigie.

Ricordiamo che i massimali in un contratto assicurativo, rappresentano sempre l’importo massimo risarcibile dall’assicuratore, quindi l’importo massimo della sua controprestazione; le clausole di franchigia invece, definiscono il livello minimo di risarcimento che, per ogni voce del contratto, rimane a carico dell’assicurato.

Questo vuol dire che se il valore del danno non supera la soglia minima della franchigia, l’assicuratore non sarà tenuto a nessun risarcimento e la totalità del danno rimane in capo all’assicurato.

Generalmente in queste polizze casa per eventi atmosferici, il massimale presente corrisponde ad una percentuale pari o al 50% o all’80% del valore dell’immobile.

Questo equivale a dire che, se le conseguenze dell’evento atmosferico sono così gravi tanto da distruggere completamente l’abitazione, allora l’assicurazione coprirà al massimo il 50% o l’80% del danno, mentre la parte restante (50% o 20%) rimane a totale carico dell’assicurato.

Assicurazione casa eventi atmosferici: cosa risarcisce

Al momento della stipula poi, bisogna prestare molta attenzione a quello è scritto nel contratto perché ad esempio, può succedere che non vengano ricompresi nell’abitazione alcuni elementi importanti quali tetti, balconi, canne fumarie, oppure può accadere che, a seguito di un evento atmosferico, la compagnia stabilisca che il danno sia risarcibile solo se anche le abitazioni circostanti abbiano riportato dei danni.

Infine, ci sono degli eventi che di sicuro comunque sono esclusi a priori da questo tipo di copertura e sono i terremoti, i maremoti, le valanghe e le eruzioni vulcaniche.

Per questi, che sono definiti eventi catastrofici, perché appunto coprono rischi catastrofali, è necessario stipulare un altro tipo di polizza.

Pertanto alla luce di quanto detto, l’assicurazione casa eventi atmosferici è valida solo per eventi specifici quali: alluvioni, bufere, grandinate, uragani, nubifragi, trombe d’aria, grandine e neve.

Tenendo a mente tutte queste considerazioni, e avendo l’accortezza di leggere molto attentamente tutte le clausole contrattuali al momento della stipula, si può definire correttamente il valore del premio di questa polizza che mediamente si aggirerà intorno ai 100 euro.

Teniamo a precisare che è solo un’indicazione di massima in quanto abbiamo detto che sul costo definitivo concorrono tutti i fattori sopra indicati, e purtuttavia possiamo sicuramente ritenerlo vantaggioso se si considerano i danni potenziali che un evento climatico estremo può causare.

Assicurazione casa eventi atmosferici: come richiederla

Una volta che un soggetto voglia proteggere la propria abitazione contro il rischio di danni che ad essa possano derivare da un evento atmosferico, può fare direttamente richiesta di attivazione della copertura assicurativa per questi eventi.

Nello specifico, la richiesta deve essere fatta direttamente dal proprietario dell’immobile alla compagnia, sia che operi online sia che operi fisicamente su territorio.

Indipendentemente da quale strada decida poi di percorrere, bisogna dire che per ottenere un preventivo e dunque arrivare ad un accordo con la compagnia bisogna sempre, all’atto della richiesta, presentare tutti i documenti che si riferiscono all’immobile che si vuole assicurare.

Tra questi di sicuro non possono mai mancare il certificato di proprietà e la visura catastale. Ad ogni modo, un buon consiglio da seguire sempre prima della stipula del contratto, è quello di avere comunque un’idea generale dei costi della copertura offerta dalle diverse compagnie utilizzando il comparatore online.

Questo ci consentirà di fare di sicuro, la scelta non solo in modo più veloce, ma anche in modo più oculato.

Assicurazione casa eventi atmosferici: quando conviene stipularla

L’importanza di questa copertura assicurativa è cresciuta sempre di più nel corso di questi ultimi anni.

Se fino a qualche decennio fa era quasi completamente snobbata, il rapido evolversi, purtroppo non in senso positivo dei cambiamenti climatici, ha profondamente cambiato l’atteggiamento di tutti gli individui nei confronti dell’ambiente.

Troppi infatti, sono stati i danni che si sono visti nel corso di questi ultimi anni che hanno davvero devastato intere aree del nostro pianeta a seguito di alluvioni, uragani, nubifragi, trombe d’aria, nevicate, e l’uomo troppe volte è risultato impotente di fronte a tutto questo limitandosi a dover fare solo la conta dei danni.

Ecco perché con l’aumentare della frequenza di questi eventi estremi, la richiesta di polizza che proteggessero le abitazioni proprio contro disastri ambientali è andata via via crescendo.

Questo spiega l’incremento notevole nella vendita di polizza casa per eventi climatici per il timore proprio di trovarsi impreparati ad affrontare le conseguenze anche disastrose che possono derivare da questi eventi.

In effetti, questa è stata sicuramente la scelta preferita da tutti coloro che sono proprietari di immobili che con questa polizza li hanno voluti di fatto, mettere al risparo da tutte le conseguenze dannose derivanti dai possibili disastri ambientali.

In effetti questa polizza, a fronte di un costo irrisorio, consente di proteggere fino all’80% (questo il valore del massimale presente in queste polizze) del valore del proprio immobile ricomprendendo in questo ammontare il risarcimento tanto di danni di grandi entità quale può essere la distruzione del tetto o delle fondamenta della casa, ma anche il ristoro di danni più contenuti come ad esempio quelli riportati ad una finestra, ad un tendaggio oppure a degli arredi esterni.

Ecco perché questa polizza è davvero utile se si vuole mettere a riparo il bene che sicuramente ha visto impegnati i maggiori sacrifici dell’intero nucleo familiare.