Molte volte ci sono situazioni in cui si ha bisogno di una copertura assicurativa per un periodo limitato di tempo che si possono risolvere non attraverso le normali assicurazioni di durata annuale. In queste circostanze è possibile ricorrere alla stipula di un’assicurazione temporanea sia per la propria auto che per la propria moto la cui caratteristica è quella di avere una validità circoscritta proprio ad un determinato arco temprale.

Le polizze temporali non sono molto diffuse, né molto comuni tanto che non rientrano nell’offerta commerciale di tutte le compagnie, tuttavia possono risultare davvero molto utili in particolari situazioni.

All’interno di questo articolo parleremo proprio di queste, nello specifico ci riferiremo alle assicurazioni giornaliere, cercando di spiegarne nel dettaglio funzionamento e costi e come poter selezionare la copertura più adatta alle nostre esigenze.

Cos'è l'assicurazione temporanea

Un’assicurazione temporanea è un particolare tipo di polizza assicurativa la cui caratteristica fondamentale è la validità temporanea della copertura. È infatti una polizza che può essere attivata per un periodo di tempo determinato, che può essere di un solo giorno, una settimana, un mese, trimestre, fino ad arrivare ad un semestre.

L’aspetto fondamentale dunque è la temporaneità, ossia il fatto che la sua copertura sia efficace per un periodo di tempo inferiore all’anno che è la durata del contratto di Responsabilità Civile standard.

Nell’ambito poi delle assicurazioni temporali si usa distinguere tra quelle che hanno una scadenza predefinita e nota già al momento della stipula, da quelle invece sospendibili.

Le prime ovviamente, hanno nota per l’acquirente la validità della copertura già al momento della stipula del contratto, le seconde invece sono polizze di durata annuale che possono essere sospese nel periodo di tempo nel quale il mezzo, auto o moto, non risulta essere utilizzato. La differenza fondamentale è che entrambe consentono di usufruire della copertura assicurativa durante solo il periodo di effettivo utilizzo del mezzo.

Tuttavia mentre nelle polizze sospendibili terminato il periodo di sospensione è lo stesso contratto stipulato ad origine che riprende efficacia, nelle assicurazioni temporanee una volta che si esaurisce la validità della copertura, se si ha bisogno di una nuova copertura per un altro periodo di tempo, si deve stipulare ex novo un altro contratto assicurativo.

Nell’ambito delle assicurazioni temporanee ci concentreremo sulle assicurazioni giornaliere sia per le auto che per le moto.

Assicurazione auto giornaliera: ecco come funziona

Tra i vari prodotti che il mercato assicurativo offre per andare incontro alle esigenze dei propri clienti, ci sono le polizze auto giornaliere.  Sono coperture particolari che non tutte le compagnie prevedono nella gamma dei loro prodotti proprio perché tra le varie polizze esistenti sul mercato di sicuro sono quelle che hanno delle caratteristiche molto particolari e poi si adattano solo a specifiche circostanze.

Un’assicurazione giornaliera auto infatti, è una polizza che nel suo funzionamento ha tutte le caratteristiche di una polizza assicurativa standard annuale solo che ha come aspetto particolare quello di avere una durata limitata ad una sola giornata, il che la rende adatta solo a determinate situazioni.

In effetti il suo utilizzo risulta essere preferito da tutti quei soggetti che per la propria auto hanno bisogno di una polizza per un periodo di tempo davvero molto ridotto, stiamo parlando di un giorno, per i quali la stipula di un contratto annuale diventerebbe davvero inutile oltre che eccessivamente onerosa.

La stipula di un’assicurazione di questo tipo ha in sé degli indubbi vantaggi.

Innanzitutto la sua validità che si manifesta in un periodo di tempo estremamente limitato, in secondo luogo la sua facilità di attivazione, dato che può essere sottoscritta in tempi davvero molto veloci consentendo così di poter rimettere in circolazione veicoli che magari erano fermi da diverso tempo, senza per questo rischiare di incorrerein sanzioni e con tutti i vantaggi di non dover attivare una classica polizza annuale.

Conviene sempre?

È ovvio che per come l’abbiamo descritta ci stiamo riferendo ad una copertura molto particolare con delle caratteristiche estremamente peculiari che non si adatta alle esigenze di tutti gli automobilisti.

È vero infatti che il ricorso a questa polizza non è così diffuso proprio perché il suo utilizzo è circoscritto a situazioni molto limitate.

La sua stipula si può rivelare utile quando ad esempio, si sta pensando di comprare un’auto nuova e si abbia voglia di provarla oppure quando si sta acquistando un’auto usata che non è più assicurata, oppure è utile quando si ha un’auto che si deve portare ad un evento oppure ad un’esposizione.

Un’assicurazione di questo tipo poi ben si adatta a tutte quelle situazioni in cui ad esempio, si voglia guidare un’auto per un solo giorno nelle more della stipula di un contratto annuale, oppure quando si sta portando a casa un’auto appena acquistata da un concessionario, oppure quando ad esempio non ci sono a disposizione targhe prova o carro attrezzi.

Si vede dunque che sono situazioni molto particolari che ovviamente non si riscontrano di frequente nella vita di tutti i giorni ma che se si presentano, hanno bisogno di una soluzione veloce e soprattutto pratica per soddisfare i bisogni del cliente.

Abbiamo detto che l’efficacia di una polizza di questo tipo è di una sola giornata, ossia 24 ore che partono dalla mezzanotte del giorno di attivazione o da un momento differente stabilito all’interno del contratto.
Tuttavia legati ad un’assicurazione di questo tipo non ci sono solo punti a favore ma anche determinati svantaggi che di fatto, molte volte, non fanno propendere per l’acquisto di questa soluzione, optando per alternative più congrue sotto molti punti di vista.

Sono solo vantaggi?

In effetti una polizza assicurativa giornaliera ha dei punti di debolezza che non possono essere sottaciuti. In primo luogo bisogna menzionare il costo. Una polizza auto giornaliera risulta avere un premio piuttosto elevato specie se paragonato a quello di altre polizze temporanee oppure annuali.

Questo perché indipendentemente dalla durata, il premio di una copertura assicurativa verrà sempre determinato tenendo conto di parametri relativi alle caratteristiche personali dell’acquirente, del veicolo e dalla sinistrosità osservata.

I dati dimostrano che la stipula di una polizza giornaliera di base, ha un costo che è quantificabile in una percentuale pari al 15% del premio annuale di una polizza standard, che possiamo dire sicuramente non propriamente economico, visto anche la durata della validità della copertura.

Ecco perché di base queste polizze non vengono usate di frequente, in situazioni molto particolari e davvero solo in quelle occasioni dove l’auto deve essere utilizza un’unica volta, in quanto la convenienza alla stipula di un contratto di questo tipo viene a crollare drasticamente laddove ne venisse immaginato l’uso per veicoli che devono essere utilizzati in più di una circostanza.

Consiglio alternativo

Stante quanto sopra detto, tutti gli automobilisti che pensano di utilizzare il proprio mezzo per un periodo di tempo limitato, possono valutare anziché la stipula di un contratto giornaliero, la sottoscrizione di un’assicurazione temporanea con una differente periodicità con una copertura che può andare da un minimo di 5 giorni ad un massimo di sei mesi.

In questo senso la cosa migliore è sempre farsi consigliare dal proprio assicuratore che sicuramente fornirà la soluzione migliore in base alle proprie esigenze.

Assicurazione moto giornaliera

Così come esiste una polizza giornaliera auto, esiste anche un’assicurazione giornaliera anche per le moto.

Anche queste come per quelle delle auto rientrano tra le polizze temporanee in quanto hanno una scadenza inferiore all’anno, con la caratteristica di avere una copertura con durata pari esattamente ad un giorno.

Anche questa soluzione come per le auto verrà ad essere scelta solo in determinate circostanze quando si l’esigenza di assicurare il proprio mezzo per durate estremamente limitate.

Di base un’assicurazione giornaliera è il contratto che prevede la validità della copertura per l’arco temporale più breve esistente sul mercato, 24 ore che partono dalla mezzanotte del giorno dopo l’attivazione o da un momento differente che viene stabilito al momento in cui si sottoscrive il contratto.

Anche per le moto come per le auto ci sono poi polizze caratterizzate da una differente temporaneità, la cui efficacia come accade per le auto, può andare dai 5 giorni ai sei mesi, che spesso sono considerate dai motociclisti più appetibili rispetto alle stesse polizze giornaliere.

Proprio per l’uso molto specifico che ne può essere fatto, le assicurazioni giornaliere sono polizze molto particolari che non vengono offerte da tutte le compagnie.

Chi la stipula

Di base questi sono contratti che vengono scelti da motociclisti che usano il loro mezzo in modo estremamente saltuario e che sanno di solito con esattezza il giorno in cui dovranno utilizzare il mezzo. Possono essere anche polizze che si attivano quando si ha la moto ferma in garage da tempo e si voglia utilizzare per un solo giro, oppure si attivano quando si debba fare un viaggio o uno spostamento di brevissima durata.

È evidente che si tratta dunque di situazioni molto circoscritte e comunque tutte di natura saltuaria, che devono render conveniente la stipula di un contratto di questo tipo, anche perché un aspetto che non può esser proprio sottovalutato per queste polizze è senza dubbio quello economico.

Conviene sempre?

In effetti come accade già per l’assicurazione auto anche per le moto il costo di queste polizze ne rappresenta un po' il tallone di Achille in quanto non risultano propriamente economiche.

Infatti molte volte si rivela più conveniente in termini di costo andare a selezionare una polizza temporanea differente che abbia una durata di più giorni o anche di mesi rispetto ad una polizza giornaliera.

Oppure molti motociclisti optano, anziché per un’assicurazione temporanea, per una sospendibile che ricordiamo esser una polizza con durata standard annuale ma di cui è possibile interrompere la validità della copertura nei periodi in cui il mezzo non deve essere usato.

La sospensione ha come effetto finale quello di aumentare nel tempo la durata complessiva della polizza, tuttavia in questo caso, per fare la giusta scelta, sarà sempre importante andare a vedere all’interno delle condizioni contrattuali quali siano i modi ed i tempi per poter disattivare e successivamente riattivare la polizza.