Gli italiani sono, per accezione, coloro che investono nel mattone per eccellenza: la prima casa è il desiderio che, in maniera più rimarcata o meno, aleggia nel cuore di ogni abitante del bel Paese. Il bene più prezioso è la casa: perchè così pochi italiani la assicurano? Superficialità? Costi elevati? Inerzia e pigrizia?

Dal sito extoconsulting.com che riporta dati Ania relativi al 2019:

"Per gli italiani la casa è il bene più importante: lo dimostra il fatto che l'80% dei nuclei familiari ne possiede una. Le abitazioni rappresentano, per la maggior parte delle famiglie, la forma più rilevante di investimento della ricchezza accumulata durante tutta la vita. Eppure, solo il 46% delle unità abitative è coperto da una polizza assicurativa contro l'incendio e, quasi in un caso su cinque, si tratta di coperture collegate al mutuo utilizzato per acquistarle".

Quindi, l'italiano si assicura solo se costretto?

Quanto costa in media una assicurazione sulla casa? Il sito guidaedilizia.it, ci fornisce risposta:

"Una recente ricerca realizzata dal portale Facile.it ha evidenziato che in media il costo di una polizza casa può variare dai 300 euro fino ad un minimo di 150 euro".

Cerchiamo di fare qualche riflessione utile.

Casa: come proteggere il nostro immobile

Assicurare il nostro immobile, che sia un appartamento, una casa singola ed indipendente o una villetta a schiera, implica una serie di garanzie acquistabili che permettono di crearsi una copertura più o meno completa, a seconda delle esigenze e dei costi che si vogliono (o possono) sostenere.

Capita sempre più frequentemente articoli come quello pubblicato sul corriereromagna.it in data 2 aprile 2022, che cita un episodio accaduto nel riminese, ovvero:

"....In un'abitazione di due piani nelle colline intorno a Pennabilli si è sviluppato un vasto incendio che ha coinvolto un deposito in mansarda, distruggedone il solaio e il tetto. All'origine delle fianne, si ipotizza un surriscakdamento della canna fumaria, il cui calore ha innescato la combustione di alcuni materiali infiammabili custoditi nel sottotetto".

Fortunatamente non ci sono state vittime: purtroppo, non sempre i danni sono limitati alle cose. Questo è solo uno degli articoli che capita di leggere sempre più spesso e al quale ci allacciamo per evidenziare quale sia una delle garanzie fondamentali, a livello assicurativo, per tutelare la propria abitazione: la garanzia Incendio e scoppio. 

Di cosa si tratta? Agevoliamo la definizione grazie al contributo del sito Facile.it:

"L'assicurazione casa incendio e scoppio è una copertura assicurativa che vi garantisce una protezione in caso di danni provocati da circostanze imprevedibili, come gli incendi o gli scoppi derivanti da fughe di gas o cortocircuiti".

Incendio, esplosione e scoppio sono solo le voci più immediate che rientrano nella garanzia indicata. In realtà, con il termine "Incendio", in polizza, si intende una casistica di eventi decisamente più ampia che va a tutelare la parte muraria del vostro bene immobile (i cosiddetti "muri").

A parte, ovvero non comprese in questa voce che si definisce "Incendio", si possono poi acquistare altre garanzie decisamente importanti, consigliate e consigliabili a seconda della zona di residenza: la garanzia "Terremoto" e la garanzia "Alluvione". Spesso abbinate tra loro, consentono di avere un indennizzo (al netto di uno scoperto e franchigia diversi a seconda del tipo di polizza) nel caso si verifichino questi eventi dannosi. Che, come le trombe d'aria, sono sempre più frequenti anche nel nostro Paese.

Casa: come assicurare il contenuto

Oltre alla parte muraria, un evento dannoso può facilmente creare ripercussioni negative anche sul contenuto di casa. Con il termine si intendono quindi i mobili, gli arredi, etc, ovvero tutto ciò che fa parte della casa e che non sia parte muraria o portante. A seconda della compagnia, poi, possono esserci delle differenze interpretative e quindi è sempre bene consultare il glossario presente in ogni polizza al fine di comprendere bene ciò che si va ad assicurare.

Se l'appartamento brucia, andranno anche in fumo gli arredi che si trovano all'interno, in parte o nella loro globalità. In sede di stipula del contratto occorre quindi definire un valore che presumibilmente possa essere congruo in casi come questi. Possiao scegliere se assicurare il contenuto secondo la formula a valore intero o a primo rischio assoluto.

Nel primo caso, verrà fatta la stima dei danni subiti, rapportata al valore assicurato e tenendo in considerazione il degrado d'uso. Nel secondo caso, l'indennizzo avverrà fino al limite massimo che coincide col valore assicurato in polizza.

Una delle garanzie più importanti per ciò che concerne la voce "Contenuto" è sicuramente quella legata al "Fenomeno elettrico". Quante volte capita che, un fulmine, un corto circuito possano compromettere seriamente il televisore, la caldaia, il frigorifero, etc?

Gli esempi possono essere diversi. Giova inoltre ricordare che, così come indicato precedentemente, si possono acquistare anche le garanzie "Terremoto" ed "Alluvione" relative al contenuto dell'abitazione. Infatti, questi eventi, oltre a privarci della struttura, ci privano anche delle nostre cose. Ecco perchè, con queste garanzie, al netto di scoperti e franchigie previsti in polizza, possiamo comunque ottenere quell'indennizzo che ci permette di arredare una nuova abitazione. 

Casa: i danni al nostro appartamento

La lavatrice si rompe e allaga il bagno, magari andando a rovinare anche il parquet che abbiamo nella stanza accanto? In piena estate cerchiamo di fare un po' di corrente d'aria ma si alza un forte vento che fa sbattere la porta e si rompe il vetro? I ladri provano a farci visita, ma non riuscendoci perchè disturbati se ne vanno dopo aver comunque creato danni alla nostra porta blindata che non riusciamo più a chiudere?

Sono solo alcuni esempio di ciò che può accadere al nostro appartamento: realmente, gli eventi nefasti sono, purtroppo, molti di più. Ecco che quindi, tutelarci anche da questo punto di vista, può servire per metterci al riparo da danni ingenti e spese impreviste che potrebbero incidere notevolmente sul nostro bilancio familiare. 

Al netto di scoperti e franchigie, ovvero quella parte di danno che rimane a nostro carico, potremmo comunque dormire sonni tranquilli sapendo che, per qualsiasi evenienza, c'è l'assicurazione che indennizza il danno. E, in tempi come questi, non è cosa da poco.

Ovviamente, la quantità e la qualità delle garanzie inserite in polizza, si riflette sul premio da pagare. Va quindi cercato un giusto compromesso tra ciò che si spende e ciò che si ha. Una polizza assicurativa infatti, deve farci stare al sicuro, ma non deve essere una spada di damocle sul nostro conto corrente. Di polizze e di alternative, ve ne sono di tutti i tipi. Ogni persona deve scegliere la soluzione più confacente e più adatta alle proprie tasche.

Casa: come tutelarsi dai ladri

Si faceva riferimento, in precedenza, alle non gradite visite dei ladri. Purtroppo è un evento che accade molto più spesso di quanto si possa pensare.

Se da una parte ci tuteliamo per gli eventuali danni che i ladri possono fare ai fissi ed infissi di casa, dall'altra, dobbiamo valutare la convenienza ell'assicurare o meno quanto, di prezioso, potrebbe essere prelevato dalla nosta abitazione. Ovviamente si tratta di una scelta soggettiva che varia caso per caso.

Il consiglio è quello di assicurare ciò che realmente i ladri potrebbero rubare, senza voler esagerare, anche perchè, la garanzia "Furto", di per sè, è quella che ha la maggior incidenza sul premio finale.

Avete quadri preziosi? Tappeti? Orologi? Collezioni di francobolli? Gioielli? Ogni singola voce va vagliata attentamente, insieme al vostro assicuratore. Per gli oggetti di particolare valore, oltre alla documentazione d'acquisto (se presente) è sempre bene fare delle foto da tenere agli atti o allegare alla polizza

La presenza di un impianto di allarme determina ovviamente una riduzione del costo della garanzia, ove inserita la clausola in polizza. Il tutto va valutato attentamente attraverso una analisi costi/benefici. Se infatti avete indicato in polizza di avere un impianto d'allarme e, nel momento in cui i ladri vi fanno visita non l'avete attivato, andreste incontro ad una brutta sorpresa in sede di liquidazione del danno. Quindi, meglio fare qualche calcolo all'atto della stipula e confrontarsi col professionista di riferimento.

Casa: danni a terzi? Patrimonio al sicuro

Non esistono solo i danni che può subire la nostra abitazione e quanto in essa contenuto. Esistono anche i danni che si possono causare a terze persone, dovute alla proprietà dell'immobile o all'abitare nello stesso.

Vediamo di fare qualche esempio: abbiamo appena dato la cera ai pavimenti di casa. La vicina, venuta a trovarci, scivola e cade, rompendosi il femore. Altro esempio: mettiamo in funzione la lavatrice e poi usciamo per andare a lavorare dimenticandoci di averla lasciata in attività. Si stacca il tubo che allaga non solo il nostro alloggio, ma anche le scale di casa e l'alloggio sito al piano sottostante. Altro esempio: sto sistemando i vasi di fiori sul balcone. Uno mi cade e finisce in testa ad un passante che transita lì per caso, procurandogli un trauma cranico e serie contusioni.

Tutti questi banali esempi, riguardano eventi dannosi che possono succedere a qualsiasi persona e che, se non coperti da polizza assicurativa, possono andare ad intaccare il patrimonio di famiglia (ove ve ne sia uno).

Immaginatevi la vicina che si rompe il femore e magari chissà cos'altro: potrebbe anche battere la testa nella caduta e riportare seri postumi invalidanti. E i danni li chiederebbe (lei o o suoi parenti) a voi. Sareste in grado di affrontare una richiesta di risarcimento di migliaia di euro? Ne avreste le disponibilità? In ogni caso, perchè rischiare, quando c'è la possibilità di assicurarsi e trasferire il rischio alla compagnia assicurativa?

Casa: assistenza e cyber security

Normalmente ogni assicurazione per la casa, ha una sezione dedicata alla cosiddetta garanzia di "Assistenza". Si tratta, nella media, di una serie di servizi che possono tornare utili in caso di particolari esigenze. Può ad esempio riguardare la possibilità di chiamare un artigiano convenzionato (quindi con un costo presumibilmente minore rispetto alla media di mercato) in caso di danno domestico.

Può ad esempio garantire altri servizi opzionali, quali l'invio di un'ambulanza in caso di malessere dell'assicurato o un video consulto medico, o altre prestazioni similari.

Sempre più risalto, inoltre, hanno le garanzie opzionali che riguardano la sicurezza sul web, specie dei ragazzi e minori nello specifico. Sono sempre più le compagnie che prevedono la possibilità di acquisire queste garanzie, proprio perchè l'elevata diffusione di internet (e il conseguente proliferare di malintenzionati sotto ogni punto di vista) ha portato ad una serie di nuove problematiche prima sconosciute. Si tratta di quella che viene definita "Cyber security".

Può risultare opportuno, in sede di sottoscrizione della polizza, vagliare anche questa possibilità: conoscere, è il primo passo per mettersi nella condizione di stare tranquilli.

Ricordiamoci sempre che "chi più spende, meglio spende" e che, assicurare la propria casa non deve essere solo visto come un costo, ma anche come un beneficio. Prevenire è meglio che curare, specie in tempi di crisi e ristrettezze economiche.