Non solo Covid-19, il 2021 sarà anche ricordato come un anno record per le calamità naturali. In totale i dieci più gravi eventi del 2021 hanno causato danni per 170 miliardi di dollari. Il disastro più costoso quest'anno è stato l'uragano Ida, abbattutosi in agosto sull'Est degli Usa causando almeno 95 morti e danni per 65 miliardi di dollari. Secondo Counting the Cost 2021 - A Year of Climate Breakdown, rapporto di Christian Aid citato da Bloomberg, il secondo maggiore disastro in termini economici sono state le inondazioni che hanno colpito buona parte dell'Europa occidentale in luglio, partendo dalla Gran Bretagna ma toccando anche Austria, Belgio, Croazia, Germania, Italia, Lussemburgo, Olanda e Svizzera: 242 le vittime e un costo di 43 miliardi di dollari.

Nel 2021 oltre al Covid-19 anche un record di disastri naturali

Il totale di 170 miliardi di dollari per i dieci maggiori disastri fanno del 2021 un anno record, in negativo. Steve Bowen, meteorologo e responsabile di Catastrophe Insight (osservatorio sulla calamità naturali del colosso assicurativo Aon), il 2021 si avvia a essere il sesto anno nella storia a superare i 100 miliardi di dollari di perdita su beni assicurati. Tutti i sei anni sono successivi al 2011 e il 2021 sarà il quarto degli ultimi cinque. Conferma, se ce ne fosse bisogno, che un cambiamento climatico è in atto, con effetti sempre più gravi per la sicurezza delle persone ma anche per l'economia.

Dai 10 peggiori disastri del 2021 danni per oltre 170 miliardi

"I costi del cambiamento climatico sono stati gravi quest'anno. È chiaro che il mondo non è sulla buona strada per garantire un futuro sicuro e prospero"", ha dichiarato a Bloomberg Kat Kramer, responsabile della politica climatica di Christian Aid e autrice del rapporto. Ovviamente le stime più attendibili sulle calamità si basano sulle perdite assicurate, il che significa che i costi reali potrebbero essere ancora più alti. I calcoli, oltre tutto, producono abitualmente risultati più elevati nei Paesi più ricchi, per i più alti valori immobiliari e assicurativi.

Disastri naturali sempre più gravi per cambiamento climatico

Tuttavia alcuni degli eventi meteorologici più distruttivi del 2021 hanno interessato le aree più povere del mondo, che sono anche quelle che finora hanno meno contribuito al riscaldamento globale. Il Sud Sudan, per esempio, è stato colpito da inondazioni che hanno costretto quasi un milione di persone a lasciare le proprie case, mentre l'Africa orientale è stata devastata dalla siccità. Ciò evidenzia l'ingiustizia della crisi climatica, ha affermato Christian Aid, che ha avvertito che tali eventi continueranno in assenza di azioni concrete per ridurre le emissioni. (Raffaele Rovati)