Quando si parla di investimenti finanziari, uno degli aspetti più importanti da tenere in considerazione è quello del timing, ossia del momento in cui intervenire sul mercato per comprare, per vendere e per tenere.

Investimenti: quando è il momento giusto in cui muoversi?

Al pari di quanto accade per il ciclo economico, che si sviluppa lungo differenti fasi, anche i mercati finanziari seguono tendenzialmente un andamento ciclico.

Le Borse, ad esempio, tendono ad anticipare il ciclo economico di circa una fase, vivendo a grandi linee un periodo cosiddetto "toro" e un altro definito "orso", rispettivamente di rialzo e di ribasso.  

In ogni ciclo del mercato azionario si registrano oscillazioni, spesso anche profonde e violente, tanto al ribasso quanto al rialzo.

E' tutt'altro che semplice riuscire a sfruttare le opportunità offerte dal mercato, perché è difficile individuare il momento giusto in cui muoversi.

Investimenti: ecco quando si sbaglia. Il peso dell’emotività

Il problema non si pone solo quando si compra, ma anche e soprattutto nella gestione del proprio investimento, perché spesso si commettono degli errori fatali che si traducono in mancati guadagni o, ancora peggio, in perdite - anche pesanti.
Questo discorso è valido, in particolare, quando si registrano forti oscillazioni di mercato, specie al ribasso.

Di fronte a situazioni di questo tipo, l'investitore, generalmente, si lascia prendere dal panico e si fa guidare nelle sue decisioni dall'emotività, in particolare dalla paura.

Dopo i primi scossoni in Borsa, il timore di vedere ulteriori cadute dei prezzi spinge a liquidare frettolosamente le proprie posizioni, accusando delle perdite più o meno consistenti.

Forward Unico: come liberarsi dalla trappola delle emozioni

La storia dei mercati finanziari insegna, però, che rimanere investiti anche nelle fasi di turbolenza, è una scelta vincente, sul medio e lungo periodo.  
Proprio per aiutare gli investitori ad affrontare al meglio anche i momenti più difficili dei mercati, sono stati lanciati dei prodotti, ormai molto collaudati, che aiutano a liberarsi dalla trappola dell'emotività.

Tra gli altri abbiamo avuto modo di scoprire Forward Unico, la polizza vita a premio unico proposta da Forward You, compagnia assicurativa nata a Monaco di Baviera quasi 40 anni fa e presente anche in Italia da oltre 15 anni.

Forward Unico è lo strumento giusto per un investimento di medio-lungo termine, perché grazie all'utilizzo di una tecnologia all'avanguardia, permette di evitare gli errori più comuni che si commettono quando ci si lascia guidare dalle proprie emozioni.

Mantenere gli investimenti è una scelta vincente: alcuni esempi di Borsa

Forward Unico è indubbiamente un prodotto da valutare con attenzione perché permette di sottrarsi con successo a comportamenti sbagliati nei propri investimenti.

Uno di questi è sicuramente vendere quando i mercati si mostrano volatili e fanno registrare ribassi di una certa entità.

Guardando anche solamente ai recenti accadimenti di Borsa, ci si rende conto facilmente di quanto sia importante mantenere gli investimenti quando gli altri vendono.

Parlando ad esempio del conflitto tra Russia e Ucraina, a Piazza Affari l'indice più importante, il Ftse Mib, dal giorno dello scoppio della guerra (24 febbraio) al 7 marzo, quando ha toccato il minimo di periodo, ha perso in sole 7 sedute quasi il 19%.

Dal 7 al 29 marzo però l'indice ha recuperato quasi interamente le perdite, quindi chi ha venduto durante le sessioni di ribasso fino al bottom del 7 marzo, ha accusato una riduzione del valore del suo portafoglio, più o meno rilevante a seconda del giorno in cui ha liquidato.

Chi al contrario ha avuto i nervi saldi e mantenuto gli investimenti, non solo non ha incassato alcuna perdita, ma è ancora presente sul mercato, pronto quindi a cogliere le opportunità che lo stesso potrà offrire in futuro.

La storia è piena di esempi come questo e senza avere la pretesa di citarli tutti, ricordiamo solo quanto accaduto appena due anni fa con lo scoppio della pandemia.

I mercati azionari globali da fine febbraio 2020 hanno sperimentato un doloroso sell-off che ha portato a bruciare miliardi in poco tempo, ma nei mesi successivi c'è stato un recupero decisamente corposo, tanto che a Wall Street gli indici principali sono arrivati a toccare nuovi massimi storici.

Investire nel lungo periodo: gli insegnamenti di Warren Buffett

Questi due semplici esempi sono già sufficienti per capire quanto sia importante mantenere gli investimenti quando gli altri vendono.

Warren Buffett, uno dei più famosi investitori al mondo, già oltre 30 anni fa, in una lettera inviata agli azionisti della sua holding, Berkshire Hathaway scriveva:

"Abbi paura quando gli altri sono avidi e diventa avido quando gli altri hanno paura”.

In altre parole, Buffett consiglia di acquistare proprio quando tutti gli altri vendono, e ovviamente chi ha già comprato, farà bene a mantenere i propri investimenti.

Lo stesso "Oracolo di Omaha", circa due anni dopo, in un'altra lettera agli azionisti di Berkshire, scriveva che il periodo preferito per tenere azioni è per sempre.

Un concetto che si lega a una delle frasi altrettanto famose di Buffett:

"Se non stai pensando di possedere un'azione per 10 anni, allora non dovresti pensare di possederla per 10 minuti".

Investimenti: focus sulla strategia “buy and hold”

Di fatto Warren Buffett ritiene quantomai valida, tanto da averla fatta propria, la filosofia di Benjamin Graham, famoso economista americano vissuto nel ventesimo secolo, teorico dei principi della strategia "buy and hold", ossia “compra e tieni”.

L'idea di fondo è che è sbagliato lasciarsi guidare, e quindi condizionare, dalle fluttuazioni dei mercati nel breve termine.

Bisogna al contrario muoversi lungo un orizzonte temporale di più lungo periodo, senza ascoltare quelli che Buffett definisce "rumori di fondo".

Diversi studi hanno già dimostrato che non porta ai frutti sperati la strategia del market timing, che consiste nel cercare di prevedere i movimenti futuri dei mercati nel tentativo di entrare e uscire nel momento giusto.

Decisamente più convincente e fruttuosa è la strategia del “buy and hold”, ossia comprare e tenere anche quando gli altri vendono. 

L'investimento azionario, ad esempio, ha dimostrato di essere la scelta migliore nel medio-lungo termine, regalando non poche soddisfazioni a chi ha puntato in questa direzione.

Perché è importante rimanere investiti quando altri vendono

Rimanere investiti offre innumerevoli vantaggi: in primis in tal modo si possono superare con successo e profitto tutte le fasi di mercato, anche le più difficili.

Chi vende dopo un ribasso ha la certezza di capitalizzare una perdita, mentre per chi mantiene l'investimento, questa perdita sarà solo "virtuale" e quindi recuperabile nel tempo, diventando reale solo nel momento in cui si deciderà di uscire dal mercato.

Un altro vantaggio della strategia "buy and hold" è legato ai costi di gestione dell'investimento.
Per comprare e vendere uno strumento finanziario si pagano le commissioni di negoziazione che possono assumere un peso anche rilevante in presenza di una attività di compravendita piuttosto intensa, ancor più quando la stessa non è accompagnata dai guadagni sperati.

Cercare sempre di inseguire l'asset del momento non solo è oneroso in termini di costi, ma è spesso pericoloso, perché espone a dei rischi di breve che sono invece ricompensati da un investimento mantenuto nel medio-lungo periodo.

Rimanere investiti permette di cogliere le opportunità di un trend rialzista del mercato, evitando al contempo di perdere i "migliori giorni di mercato".

Studi realizzati da vari analisti, hanno dimostrato che proprio mancando questi "migliori giorni", il rendimento di un investimento in un dato periodo può subire delle riduzioni notevoli, anche nell'ordine del 50%, rispetto al guadagno che si sarebbe ottenuto rimanendo investiti.

Investimenti: la strategia buy and hold è impegnativa

La strategia buy and hold, a dispetto di quanto si possa pensare, non è affatto semplice e si rivela alquanto impegnativa.

Questo perché ogni investitore, come già spiegato prima, deve fare i conti con le proprie emozioni, che però sono sempre cattive consigliere.

La paura, ad esempio, ci spinge a vendere quando il mercato scende, ma allo stesso modo può indurci ad acquistare frettolosamente quando sale, proprio per il timore di perdere un'occasione di guadagno.   

Investimenti: ecco come Forward Unico può aiutarti

Un aiuto prezioso è offerto in tal senso dalla tecnologia, che permette di salvarti dalla trappola dell'emotività.
Abbiamo accennato prima a Forward Unico, un investimento di medio-termine proposto da Forward You, basato su una tecnologia all'avanguardia che consente di sfruttare al meglio le opportunità del mercato.

Il cliente sarà libero da ogni pensiero e non dovrà occuparsi di nulla: una volta individuato il livello di rischio più adatto e scelto il fondo sul quale allocare i propri soldi, potrà affidarsi all'intelligenza artificiale che gli garantirà una gestione ottimale dell'investimento. 

Forward Unico, infatti, investe in 5 fondi differenti che offrono l'accesso ai mercati azionari e obbligazionari di tutto il mondo.

Grazie a Forward Lucy, la sua intelligenza artificiale, Forward Unico lavorerà sulla base dei dati e lascerà a casa l'istinto.  

Il punto di forza di questo prodotto è dato dall'approccio basato su un esclusivo algoritmo in continua evoluzione, capace di investire sempre al meglio il denaro del cliente.  

Forward Unico è sicuramente la scelta giusta per rimanere investiti sul mercato, senza doversi più preoccupare dei brutti scherzi che può giocare l'emotività, grazie allo scudo di una tecnologia che permetterà di fare sempre la scelta giusta.