Nel recente decreto legge infrastrutture non è passato l'obbligo di copertura assicurativa per i monopattini. Circa 1 conducente su 3 ha però provveduto comunque a ripararsi dai rischi derivanti dalla circolazione del popolare mezzo a due ruote.

Monopattini: grande successo tra gli italiani

Quello dei monopattini è un successo a tutti gli effetti. Secondo l’indagine commissionata da Facile.it agli istituti mUp Research e Norstat, ben 1,9 milioni di italiani ne posseggono uno, mentre altri 600 mila utilizzano la formula del noleggio. In totale quindi sono 2,5 milioni i cittadini a sfruttare le caratteristiche di questi mezzi a due ruote. Come ci si potrebbe aspettare, a usare di più i monopattini sono i giovani tra i 18 e i 34 anni, e soprattutto nel Nord Est. Ben il 33% degli utenti ne approfitta per raggiungere il luogo di lavoro (45% nelle città più grandi). E il fenomeno è destinato a crescere: ben 3,4 milioni di persone stanno valutando l'ipotesi di acquisto.

La sicurezza in monopattino: il governo non rende obbligatoria l'assicurazione

La diffusione dei monopattini ha però portato in primo piano il tema della sicurezza. Le cronache riportano infatti molti incidenti in cui questi veicoli sono rimarsi coinvolti. Pertanto sembrerebbe opportuno che l'obbligo di copertura assicurativa venisse esteso anche ai monopattini. Il governo ha però deciso diversamente: nonostante ci fosse un emendamento in tal senso, il recente decreto legge infrastrutture non ha istituito l'obbligo di polizza assicurativa per i monopattini. Non è infatti stato inserito l'emendamento che prevedeva, oltre all'obbligo di polizza, anche targa e casco. Si è scelto di imporre l'obbligo di assicurazione solo alle società di noleggio dei mezzi.

Niente obbligo ma molti italiani in monopattino si assicurano lo stesso

Nonostante la mancanza di obbligo molti italiani hanno preferito coprirsi dai rischi derivanti dalla circolazione dei monopattini. Secondo l'indagine di Facile.it circa 1 conducente su 3 ha infatti sottoscritto un polizza assicurativa: circa metà di questi ha optato per una copertura per eventuali infortuni subiti alla guida, mentre l'altra ha una polizza per danni causati a terzi. Probabile però che queste percentuali aumentino dato che oltre il 30% dei conducenti sta valutando di proteggersi con una polizza. Questa tendenza è sostenuta dalla convinzione di molti utenti che le strade siano inadeguate: per 2 persone su 3 le infrastrutture destinate all’uso dei monopattini sono insufficienti e non adatti.

(Simone Ferradini)